Tag "Liceo Ariosto Ferrara"

BookBlog @Internazionale Ferrara 2017

I nostri  giovani BookBloggers del Liceo Alfieri di Torino avranno un autunno caldo e partiranno alla volta di Ferrara, dove, per il sesto anno consecutivo, ci racconteranno il Festival della Rivista Internazionale a Ferrara, insieme ai loro corrispondenti del Liceo Classico Ludovico Ariosto di Ferrara. Quest’anno il Festival si svolge dal 29 settembre al 1 ottobre e non mancano, come sempre, le grandi firme del giornalismo internazionale che i nostri ragazzi avranno

Social netwbook?

Perché non condividere con tutti le passioni, gli interessi e..i libri? Perché non utilizzare qualcosa che facciamo tutti i giorni, cioè far sapere a tutti dove come e con chi siamo e applicarlo alla lettura?Il Salone del Libro di Torino promuove la condivisione e l’educazione alla lettura  ad esempio, attraverso il progetto ‘Le règle et le jeu’ , una mostra interattiva presentata all’ultimo ‘Salon du livre et de la presse’ di

Il Ribelle Ubbidiente

“L’uomo del futuro” non è un libro che racconta di fantascienza o di popolazioni provenienti dal 2100, ma di un uomo che nel passato si considerava lui stesso “più avanti di 50 anni rispetto alla chiesa del tempo”. Questo uomo era Don Lorenzo Milani, l’eroe di Barbiana.  Lo scrittore Eraldo Affinati sceglie di raccontare proprio della sua vita, troncata precocemente dalla leucemia, perché di grande ispirazione, tanto da portarlo alla decisione

Nella testa di uno psicologo

Essere lo psicoterapeuta di uno psichiatra. E’ questa l’immagine iniziale del libro Una specie di felicità di Francesco Carofiglio. L’autore inizia a presentare la propria opera proprio da tale immagine, che sta alla base della vicenda, in cui viene a crearsi un rapporto strettamente privato, quello fra medico e paziente, i quali fino a poco prima erano rispettivamente allievo e professore. L’idea di scrivere il romanzo è scaturita da un episodio

Tradurre il genio di David Foster Wallace

David Foster Wallace era uno scrittore che spiccava per l’uso poco convenzionale della sintassi e di forme colloquiali, a volte difficili da interpretare anche da parte dei suoi connazionali. Per un traduttore riuscire a trasmettere il concetto, mantenendo il ritmo e le risonanze della narrazione, sembra essere un’impresa difficilissima. Lo stesso Foster Wallace riteneva che un traduttore, in realtà, riuscisse solo a descrivere ciò che era realmente contenuto nei suoi libri. Le

“Tempesta” sul mercato dell’editoria

La giornalista Silvia Truzzi ha moderato, nel pomeriggio, il dibattito svoltosi al centro dell’incontro “Grandi perché?”, cui hanno partecipato gli editori Giuseppe Laterza, Bruno Mari, Antonio Sellerio, la libraia Francesca Boragno e Michele Polo dall’Università Bocconi di Milano. La discussione si è svolta interamente intorno al tema della crisi che sta attraversando, negli ultimi anni, il settore dell’editoria libraria. Il primo a prendere la parola è stato Michele Polo, il

Sull’arca di Noè si parla inglese?

Come spesso capita, un incontro da cui non sapevamo cosa aspettarci si è rivelato in realtà estremamente interessante e coinvolgente: questa mattina, presso la Sala Madrid, Nicola Gardini ha presentato il suo nuovo saggio Tradurre è un bacio. Gardini, oltre ad essere saggista, è anche poeta, romanziere, traduttore, pittore e professore di letteratura italiana e comparata all’University of Oxford. Un uomo dai mille mestieri che ha spiegato, insieme alla traduttrice

“Io il jihad lo vivo ogni giorno”

L’intervista a Chaimaa Fatihi fatta dal gruppo di lettura del Bookstock Village era parte di un ciclo d’incontri dedicato ai ragazzi delle superiori e finalizzato alla sensibilizzazione sua tema dell’integrazione tra culture diverse. Chaimaa ha subito chiarito una cosa: prima di poter iniziare ad aiutare gli altri e a scrivere il suo libro, “Non ci avrete mai”, ha dovuto rispondere ad una domanda molto importante: “Chi sono io?”. La risposta

Le case che siamo

Michela Murgia, vincitrice del premio Campiello nel 2010 con Accabadora, ha intervistato Luca Molinari sul suo libro Le Case Che Siamo. Acquistare una casa corrisponde da sempre al momento in cui si raggiunge l’equilibrio ricercato nella vita. La casa, infatti, oltre ad essere una delle basi della città moderna, non è solo uno sfondo della nostra vita, ma è anche un luogo intimo e protettivo in cui ci rifugiamo, come

Un’esperienza, tante emozioni

Il Salone del libro di Torino è un’esperienza per crescere, per conoscere nuovi scrittori e scoprire le loro idee, per fare nuove amicizie, per visitare una nuova città e finalmente per mettersi alla prova come redattori di un blog che dà voce agli eventi della manifestazione in tempo reale: insomma, un’esperienza UNICA!!! Ma prima che tutto questo abbia inizio, cosa si prova?? Si prova entusiasmo, felicità, voglia di iniziare, ma