Tag "Liceo Ariosto Ferrara"

Michela Marzano e Nadia Terranova: un dialogo tra libri e autrici

I libri parlano – non solo con il lettore, ma anche fra loro. Come Addio Fantasmi di Nadia Terranova e Idda di Michela Marzano, due romanzi usciti a pochi mesi di distanza che, inaspettatamente, hanno più punti in comune di quanti si potessero immaginare. È dunque per rendere esplicito questo dialogo che il 21 febbraio scorso le due autrici hanno incontrato i ragazzi del progetto Galeotto fu il libro… del

Fare i conti con la memoria per ritrovare sé stessi

È possibile rinnegare una memoria? Costruire un’identità strappata alle radici? Queste le domande attorno alle quali si costruiscono gli ultimi romanzi di Michela Marzano e Nadia Terranova. Due donne con un passato difficile che rinnegano la famiglia per fuggire al dolore, ma che sono costrette a tornare alle origini per fare i conti con la loro vera identità. Così sono Alessandra e Ida, le protagoniste rispettivamente di “Idda” e “Addio

Internazionale a Ferrara 2019

Terzo appuntamento dell’autunno per i nostri giovani giornalisti, che vedrà protagonisti gli studenti e le studentesse del Classico Ludovico Ariosto di Ferrara e del Liceo Alfieri di Torino, sarà il festival della rivista Internazionale a Ferrara in calendario il 5 , il 6 e il 7 ottobre 2019. Dal 2007 Internazionale organizza a Ferrara un festival di giornalismo in collaborazione con il comune di Ferrara, Arci Ferrara e Associazione IF. Tutti gli

Non smettere mai di inseguire i propri sogni: incontro con Isabella Mattazzi

Il 16 Gennaio, presso il Liceo L. Ariosto di Ferrara, si è tenuto un incontro con Isabella Mattazzi, docente universitaria presso l’ateneo di Ferrara, traduttrice e critico letterario. L’intervista è stata diretta dai ragazzi di Galeotto fu il traduttore, che hanno rivolto delle domande all’ospite sulla traduzione da lei curata del romanzo Riccardin dal ciuffo (Voland, 2018) di Amélie Nothomb e sulle sue relazioni con Amélie Nothomb, in vista dell’incontro

Rosa Sauer incontra il Liceo Ariosto

Il 15 febbraio di quest’anno, i ragazzi del liceo Ariosto hanno ospitato al teatro Boldini uno degli eventi del progetto Galeotto fu il libro. L’ospite di quest’incontro è stata Rosella Postorino, vincitrice del Premio Campiello 2018 con il romanzo Le Assaggiatrici, che ha ispirato numerose domande e persino due sviluppi alternativi. Il romanzo narra di Rosa Sauer, donna tedesca scelta come Assaggiatrice di Hitler tra le abitanti di Gross-Partsh, località della Prussia orientale. La

I nomi epiceni di Amélie

Amélie Nothomb, scrittrice deliziosa e ironica, ha presentato il suo ultimo romanzo Les prénoms épicènes il 27 febbraio, presso il Salone d’Onore della Pinacoteca Nazionale a Palazzo dei Diamanti (Ferrara). L’incontro aperto al pubblico è stato moderato dalla prof.ssa Isabella Mattazzi, sua traduttrice e docente del Dipartimento di Studi Umanistici di Unife. Alcuni studenti del Liceo L. Ariosto e di Unife hanno poi potuto rivolgere all’ospite alcune domande. Tutta l’intervista è stata

Parola d’ordine “leggere”: il nostro “Read More”

Un progetto europeo di promozione della lettura https://readon.eu/en/home , una proposta che sembra una sfida a un pregiudizio: si possono dedicare quotidianamente venti minuti alla lettura libera ricavandoli dall’orario di lezione curriculare? La convinzione di molti docenti è che si possa, ma altrettanti sono i quelli che, scandalizzati, ritengono quei venti minuti una perdita di tempo, una vacanza gratuita, inadeguata ad una scuola seria. E così l’adesione a un progetto

Libri per giovani adulti

L’appuntamento è per venerdì 10 maggio, Sala El Dorado. Le ragazze di Galeotto fu il libro del Liceo Ariosto di Ferrara, coordinate da Fabio Geda, dialogheranno con Antonella Cilento e Sandra Petrignani sui loro libri di recente pubblicazione per Arya Giunti. Non leggerai e La persona giusta sono due romanzi per i giovani che affrontano temi quali l’amore, l’identità e la lettura. Si può vivere in un mondo in cui i libri

“Solo restare”. Gli studenti del Liceo Ariosto incontrano Marco Balzano

  Perché vuoi stare qui se rimarremo senza lavoro, se non potremmo più parlare tedesco, se distruggeranno il paese? Perché qui ci sono nato, Trina. Ci sono nati mia madre e mio padre, ci sei nata tu, ci sono nati i miei figli. Se ce ne andremo, avranno vinto loro.  Queste semplici parole riassumono il contenuto del libro Resto Qui, ambientato a Curon (Sudtirolo, Alto Adige) durante il ventennio fascista.

Lettori per un Libro al Liceo Ariosto

Lettori per un libro. E’ questo che sono stati alcuni studenti del Liceo Ariosto che ha stretto una interessante collaborazione con Il Castoro: la casa editrice invia alcune copie staffetta del testo da pubblicare, i ragazzi leggono e scrivono una breve recensione, il libro viene pubblicato riportando i commenti più significativi dei ragazzi stessi. Semplice e intrigante. E’ cominciata così l’avventura dei lettori volontari che con curiosità hanno preso tra