Tag "Europa"

Nazionalismi: un dibattito sull’Europa dell’Est

Vedono l’Unione Europea come il cavallo di Troia del liberalismo Nazionalismo e Paesi dell’Est. Queste le parole chiave del dibattito che ha visto ospite lo scrittore e editor Andrea Pipino con il suo libro “Nazionalismi”, saggio che analizza, nel corso di sei illuminanti interviste, il fenomeno del sovranismo. “Movimenti populisti, come il Fidesz in Ungheria, hanno fatto molta presa sui Paesi dell’Est. Perché?” chiede Michael Braun, del quotidiano berlinese Die

Sacro o profano, croce o tortellini?

Esistono valori comuni europei? E soprattutto sono cristiani o umanisti? Per rispondere a queste domande si sono confrontati ieri  venerdì 4 ottobre al Teatro Nuovo l’arcivescovo di Ferrara-Comacchio Gian Carlo Perego e il politologo e orientalista francese Oliver Roy.  Quest’ultimo ha iniziato il suo discorso sostenendo che per millenni, da Costantino al Cinquecento, la Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana è stata la sola e prima istituzione universale europea al di

L’Europa di Philippe Daverio

All’origine di quella costruzione chiamata “Europa”,  formatasi alla conclusione della Seconda Guerra Mondiale, quando il contenente distrutto sentiva la necessità di una collaborazione e integrazione tra le popolazioni, troviamo l’obiettivo comune di una crescita economica e di un dialogo politico per una condizione di sicurezza e coesione tra gli Stati Europei. Questa è per lo meno “l’Europa” per la concezione comune, osservata sotto un aspetto esclusivamente econometria  e politico dietro al quale però si nascondono alcuni valori di

L’Europa: campo base dei giovani

Alla vigilia delle elezioni europee, che in Italia si terranno il 26 maggio, Erri De Luca approfondisce il tema dell’Europa, con l’auspicio di vedere un giorno la nascita degli Stati Uniti d’Europa . All’interno di questi confini sovranazionali è fondamentale il ruolo dei giovani; sono infatti coloro il cui voto dovrebbe valere di più rispetto alle generazioni precedenti, in quanto saranno loro a vivere nel futuro. Ormai i nazionalismi appartengono

Grazia Gotti e l’Europa dei bambini

Dopo tanti anni di insegnamento nelle scuole elementari, Grazia Gotti ha deciso di sperimentare un nuovo metodo di approccio nei confronti dei bambini: ha abbandonato la lezione tradizionale  per dedicarsi alla stesura di racconti per giovanissimi. Oggi, festa dell’Europa, per il progetto “Europa Anno Zero”  offerto dal Salone del Libro 2019 ha tenuto una conferenza davanti a studenti di scuole elementari e medie per parlare di uno dei suoi ultimi lavori

Ripensare l’Europa: una sfida per il presente.

Ma esiste l’Europa? A questa domanda hanno cercato di fornire una risposta Marc Lazar e Carlo Ossola  presentando la nuova opera Europa, in tre volumi edita da Treccani. Gli studiosi offrono una nuova strategia per rifondare l’unità europea non solo in termini economici ma anche civili e culturali. Carlo Ossola, rileggendo il Manifesto di Ventotene (“i compiti del dopoguerra-l’Unità europea”), solleva la necessità di ripensare l’Europa come a un’unità sovranazionale, garante

Un’Europa protagonista

Anche quest’anno ci aspettano cinque giorni piacevoli e intriganti volti a stimolare e soddisfare le nostre passioni e i nostri interessi. Dal 9 al 13 maggio a Torino abbiamo la possibilità di assistere a moltissimi percorsi e conferenze di argomento vario. Argomento attuale e comune a tutti, sicuramente non uno dei più semplici, è quello europeo, di un’Europa fragile che ricerca una propria identità capace di accomunare tutti gli Stati membri al

La vita pesa come il denaro?

L’unione dell’Europa con la Russia, per l’economista Jacques Attali sarebbe il progetto piú efficace per avere collaborazione fra due potenze apparentemente opposte o piuttosto ha un unico senso di marcia: ottenere piú potere? Un’effettiva presa di posizione non é espressa dal banchiere francese poiché temporeggia sui punti caldi del discorso, facendo trarre delle conclusioni quantomeno dubbiose, a noi pubblico.  Attali pensa che l’Europa sia chiusa, nonostante la sua grande potenza economica,

E pluribus unum: unitá europea e letteraria

Oggi, 10 maggio 2018, nella sala gialla del Lingotto di Torino si è tenuto l’incontro di apertura della trentunesima edizione del Salone Internazionale del Libro. Il primo a prendere la parola è stato il presidente della Cabina di Regia del Salone, Massimo Bray, il quale ha ringraziato coloro che hanno reso possibile la manifestazione , come il direttore editoriale Nicola Lagioia e noti personaggi della politica italiana. Per i relatori