Tag "musica"

Scherzare con la musica

Si pensava  l’incontro come l’attesa e prevedibile presentazione dell’ultimo libro di Marco Malvaldi “La misura dell’uomo” (Giunti), ambientato nella Milano di Ludovico il Moro e di Leonardo da Vinci; l’incontro si è rivelato invece un interessante percorso attraverso la musica e gli autori che con la musica hanno giocato. Da Gustav Mahler a Gioacchino Rossini, molti musicisti hanno scherzato con le note; chi, come John Cage, componendo brani fatti di

Game Over.

Game Over. No, non è il titolo di un sequel,  ma l’epilogo di una lunga serie di presentazioni nelle quali, Alessandro Baricco, ha spiegato il tema del suo ultimo romanzo “The Game”. E sì, è un gioco di parole. “The Game” is over; così come over è  la sua esperienza sui social, che ha avuto inizio proprio per ambientarsi in questo nuovo “oltremondo”, per poi terminare con un selfie simbolico sul palco

240 battiti al minuto

“Non conta quanto ci hai messo a scrivere un libro, ma quanto c’è dietro”. Questo è il pensiero da cui nasce “240 battiti al minuto”, il nuovo libro di Daniel Di Schüler edito da Albe Edizioni. Narra la storia di una famiglia, composta da uno scrittore, una matematica, un ragazzo super sportivo e una ragazzina punk che cerca di creare una band, che accoglie in affido un bambino,  Amir, che ha vissuto

Buio, musica e un pennello possono essere l’essenziale

Buio, musica di sottofondo, immagini proiettate su uno schermo e tanti bambini: in una Sala Rossa gremita all’inverosimile un giovanissimo pubblico ha potuto godere di uno spettacolo di intrattenimento speciale. I bambini della materna e delle elementari hanno lasciato i banchi di scuola per poter assistere ad un vero e proprio spettacolo, dedicato interamente a loro: due storie, due pennelli ed un solo artista che, con la sua abilità, ha

Tra il segno e il suono

Domenica 13 maggio al Salone Internazionale del Libro, nell’arena Bookstock, abbiamo partecipato a una divertente chiaccherata con Davide Toffolo e Alessandro Baronciani. La peculiarità di questo incontro si trova, senza dubbio, nello stretto rapporto fra musica e fumetti: entrambi  i protagonisti sono, infatti, artisti a 360°, accomunati da queste due grandi passioni. Sono amici da circa dieci anni, periodo in cui erano coinquilini e in cui sono stati contagiati l’uno dalla

Lezioni alternative tra le note e i colori

Questa mattina le lezioni di musica e di storia dell’ arte non si sono tenute tra i banchi di scuola, ma nell’arena BookStock del Salone del Libro di Torino. A tenere la lezione due professori d’eccezione: il grafico e designer Riccardo Falcinelli e il compositore e pianista Carlo Boccadoro. Ad ascoltarli c’erano ragazzi delle scuole medie e superiori che probabilmente spesso si chiedono perché studiare i diversi ambiti dell’arte. Falcinelli

Dolomiti e Sahara: Brunello e la musica del silenzio

Serve Mario Brunello, noto violoncellista e grande interprete, a ricordarci con il suo ultimo saggio, sul Silenzio, che l’assenza del suono non è aliena alla musica, ma che ne è paradossalmente la spina dorsale. Sostiene Brunello che il mancato insegnamento del silenzio, elemento generalmente tralasciato in ogni contesto di educazione musicale, lascia nel musicista una falla gravissima nella preparazione non solo tecnica, ma anche umana. E’ per questo che nella sua

Carlos Ruiz Zafòn inaugura Pordenonelegge con una dichiarazione d’amore alla letteratura

Pordenone, 14 Settembre 2017 Quale migliore augurio per il Festival del Libro? Carlos Ruiz Zafòn, autore spagnolo più letto dopo Cervantes, tradotto in oltre quaranta lingue, autore de L’ombra del vento, sognatore inguaribile, ci racconta di come, nella sua mente, i suoni incontrino le parole componendo una melodia che fa eco su scala internazionale. Una melodia che irrompe nel silenzio del lettore e si serve delle parole per avvolgerlo nei

L’estetica del piano di Tolkien

Complice l’orario, l’incanto del Borgo Medievale il sabato sera, la bellezza della natura attorno ad esso e non in ultimo il ripetuto perdersi di una delle due corrispondenti nel tentativo di giungere al luogo dell’incontro, giungiamo ad esso presto ma non presto abbastanza: non è difficile notare quanto la sala sia affollata, e continua ad arrivare gente per giunta. Non in pochi siedono a terra o sui bordi delle finestre,