20 maggio 2022, Cronache, Salone del Libro 2022

Il romanzo degli esclusi


Michelle Chidera Anago e Agnese Davi, Liceo Ariosto di Ferrara


“E voi lo sapevate che in Romania esiste una clinica psichiatrica plurilinguista? Le badanti provenienti dall’Est Europa soffrono di una sindrome che nessuno conosce, neanche le stesse che ne sono affette, la Sindrome Italia.”

Queste sono le parole del conduttore radiofonico di Radio Deejay, Diego Passoni, che con l’aiuto dell’amica Lella Costa, ha presentato il suo libro Isola (Mondadori), il 20 maggio al Salone del Libro di Torino in Sala Oro. Il romanzo è ambientato nell’omonimo quartiere di Milano, conosciuto per essere futuristico e chic. La Costa ha sottolineato come Passoni, forte di una spiccata sensibilità, sia riuscito ad assumere il punto di vista degli “ultimi”. Un motivo legato a tale scelta è sicuramente il suicidio della nonna, che in vita dovette fare i conti con sentimenti di solitudine e incomprensione, causati dalla depressione. Anche l’autore ritiene di essere sempre stato “fuori dal normale”: è mancino, ha praticato danza nonostante avesse i piedi piatti ed è gay. L’esigenza di trattare la Sindrome Italia prende dunque le mosse dal vissuto di esclusione che accumuna l’autore con queste donne e dalla pratica dei “pizzini”, che consiste nell’elaborare delle storie a partire da ritagli di quotidiani.

L’intento dell’autore in questo romanzo è offrire al lettore uno scorcio sulla città e sul ruolo delle donne che la animano, per far emergere l’importanza dell’attenzione verso i concittadini, non riducendoli a semplici “altri – diversi da me”, ma piuttosto arricchendo il legame tramite un dialogo empatico e costruttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.