Tag "Rizzoli"

Ah Ernesto!

“Ognuno deve imparare seguendo il proprio istinto”: è il concetto principale di “Ah Ernesto” (Rizzoli) della grande autrice Marguerite Duras. L’idea del libro è nata per caso, infatti questa è una delle favole che la Duras raccontava a suo figlio e che ha deciso di pubblicare perché piaceva molto ad entrambi. Questo libro, grazie all’ironia di un ragazzo che non vuole andare a scuola perché gli insegnano cose che non sa, ci

Davanti agli occhi

Quando ti guardi allo specchio e vedi riflessa una persona che  non ti corrisponde affatto, mille sono gli interrogativi che arrivano alla mente: “Come ci sono arrivato?” Questo é quello che é successo a Roberto Emanuelli, autore del libro  “Davanti agli occhi“, quando a venticinque anni ha deciso di lasciare la sua vocazione artistica per un impiego più sicuro economicamente come quello del broker finanziario. Ci racconta che diventó cosí

Viviamo come degli automi nel nostro piccolo mondo

  Viviamo come degli automi nel nostro piccolo mondo Sebbene siamo nell’era della globalizzazione, non siamo ancora del tutto globalizzati. Descrive così il nostro mondo Lorenzo Cremonesi, giornalista del Corriere della Sera e inviato di guerra. La guerra, infatti, ci sembra lontana, un mondo che non ci appartiene e per quanto ci sforziamo a non farci coinvolgere, inevitabilmente questa guerra ci invade e ci pervade. Siamo una generazione che dà

Il Che raccontato da Luigi Garlando

Nella prima giornata della XXX edizione del Salone del Libro, Luigi Garlando  insieme a Fabio Geda ha presentato  il suo libro L’estate che conobbi il Che (Rizzoli), vincitore del Premio Strega. Nel romanzo l’autore intreccia la storia di Ernesto Guevara con quella di Cesare, un ragazzino che vive con la sua ricca famiglia in Brianza e che, dopo aver visto tatuato sul braccio del nonno il viso del rivoluzionario argentino, inizia ad

Chaimaa Fatihi

“[…]scrivo per dirvi che la mia fede è l’Islam, una religione che predica pace che insegna valori e principi fondamentali, come la gentilezza, l’educazione, la libertà e la giustizia. Voi siete ciò che l’Islam ha contrastato per secoli, voi siete i nemici […]” Scrive Chaimaa Fatihi dopo gli attentati di Parigi in una lettera aperta ai terroristi. La 23enne di Castiglione delle Stiviere è nata a Kenitra in Marocco nel

Prendiamo posizione! Che Guevara e Mandela

Chi sono i veri supereroi? Quali i loro superpoteri? Ce ne parlano oggi Luigi Garlando e Viviana Mazza nell’incontro dedicato agli eroi giovani: Che Guevara e Nelson Mandela, due personaggi apparentemente diversi ma con gli stessi grandi ideali di libertà, giustizia e uguaglianza. In entrambi i libri viene narrata la storia di queste figure rivoluzionarie partendo da quando erano semplici ragazzi come noi e non da come spesso siamo abituati a vederli,

Ingegneria aerodinamica e punizioni maledette: la parola a Marco Malvaldi

Nella settecentesca Cascina Roccafranca, situata nella Circoscrizione 2, si è svolto un incontro, al termine della prima frenetica giornata del Salone OFF, con l’autore pisano Marco Malvaldi. Classe 1974, laureato in chimica, ha presentato il suo ultimo libro, contraddistinto da una brillante copertina giallo fluo in tinta con la sua polo, dal titolo “Le regole del gioco”, edito da Rizzoli. La presentazione, con un numeroso pubblico over 40, si è svolta all’interno di

Nozionismo culturale secondo Daverio

L’incontro con Philipe Daverio, accolto con un forte applauso, è una delle iniziative del SaloneOff del Libro in collaborazione con Rizzoli, in occasione del suo nuovo libro Guardar lontano Veder vicino, presso la libreria BorgoPo. Famoso critico d’arte e docente francese, Philipe Daverio illumina il pubblico affrontando argomenti di natura artistica e culturale, in particolare quella italiana. Infatti, attraverso il suo romanzo, offre l’opportunità di entrare in un mondo del

Citazione del Bene: Per questo mi chiamo Giovanni

Tornò a Palermo e cominciò a frequentare  l’Università di Legge, per diventare un avvocato o un giudice, per difendere quelli che subiscono ingiustizie e punire quelli che ne commettono…. Quello sarebbe stato il lavoro di Giovanni. Combattere per la giustizia. Come Zorro. Ma non sui muretti del lungomare. Nei tribunali e per le strade di Palermo.   Per questo mi chiamo Giovanni, di Luigi Garlando, Bur Rizzoli   Matteo Santise

In un mondo sotto-sopra

Andrea Sottile, autore del libro La Principessa Capovolta, comincia l’incontro di oggi nello Spazio Book con una curiosa domanda rivolta ai bambini: “Che cos’è la Principessa Capovolta?” I bambini giustamente rispondono: “Un libro!!” “Si, esatto, però è un libro speciale. E’ un libro dalla copertina rosa per tenere lontano i maschietti. Ma non ditelo in giro, è un segreto!”. All’incontro partecipa anche uno dei protagonisti del libro, il cane Ottantotto, il pupazzo che