La Peste, Un libro tante scuole

Un nulla di fronte al tutto


Cristina Garofalo


Una cosa che ti ha colpito

È impressionante come davanti a delle situazioni diverse dalla routine, l’uomo, in preda a sentimenti contrastanti, reagisca sempre allo stesso modo. Di fronte alla minaccia di una malattia, che si tratti di peste o di qualsiasi altro virus, l’uomo viene sommerso dall’incredulità, come se ciò che gli succede intorno non lo riguardi e sia solo un brutto sogno. Egli crede di essere al centro del mondo, di controllare la natura a suo piacimento, di aver scoperto finalmente ogni cura per sconfiggere la morte, ma in realtà è fragile e impotente rispetto agli eventi naturali. Così, proprio quando realizza di non poter più governare la sua esistenza, viene investito da un senso di sconforto, a cui seguirà la rassegnazione. In alcuni uomini persiste un briciolo di speranza, di cui si servono per trascinarsi durante il giorno, con l’illusione di riuscire, un domani, a ritornare alla “normalità”.

Un’altra cosa che ti ha colpito

“Invece non sempre il flagello passa e, di brutto sogno in brutto sogno, sono gli uomini a passare”

Una frase del libro da conservare

“I nostri concittadini si erano messi al passo, si erano adattati, come si suol dire, perché non c’era modo di fare altrimenti.”

È impressionante come davanti a delle situazioni diverse dalla routine, l’uomo, in preda a sentimenti contrastanti, reagisca sempre allo stesso modo. Di fronte alla minaccia di una malattia, che si tratti di peste o di qualsiasi altro virus, l’uomo viene sommerso dall’incredulità, come se ciò che gli succede intorno non lo riguardi e sia solo un brutto sogno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *