La Peste, Un libro tante scuole

Il risveglio da uno strano sogno


Adriana Trocin - IVBssas


“La peste”. Uno dei libri che mi ha fatto riflettere di più sulla situazione attuale, che stiamo vivendo ogni giorno.

Mi ha fatto come svegliare da un sogno e prendere veramente coscienza della realtà per le molteplici similitudini che ha il libro con la nostra situazione, a partire dall’inizio, quando nessuno credeva a questa malattia, nessuno la prendeva seriamente, ed anche quando iniziavano a morire decine e decine di ratti, tutti ci scherzavano su, facendo battute, addirittura. I personaggi del libro hanno vissuto la peste e tutta la situazione esattamente come noi, ovviamente con gli strumenti di quell’epoca. Nel momento in cui è stato dichiarato lo stato d’emergenza e la città venne chiusa, i familiari fuori città non potevano più far ritorno, quindi vissero anche un periodo di separazione che pensavano fosse temporaneo, ma che in molti casi fu semplicemente un addio mai detto. Un momento particolare che mi ha fatto rivivere il nostro Covid è stato quando gli unici modi per conversare con chi era fuori da Orano erano i telegrammi, che però erano alquanto limitati, quindi le espressioni che ci si potevano scambiare erano delle frasi stereotipate: <tutto bene, ti penso. Con affetto.> che mi riporta al nostro tipico “andrà tutto bene”. <Così come anche quando si accorgono che quella separazione brutale e prolungata li aveva messi nella condizione di scoprire che in confronto a questa cosa la peste era ben poca cosa>: anche noi ci siamo accorti che le cose più importanti erano quelle più banali e che abbiamo sempre dato per scontato. <il vuoto che sentivamo sempre dentro di noi, il desiderio irragionevole di tornare indietro o invece di affrettare la corsa del tempo>: esattamente come noi, che abbiamo vissuto un periodo di solitudine in cui abbiamo imparato a convivere e a conoscere noi stessi.

Consiglio vivamente questo libro a tutti coloro che vogliono prendere consapevolezza del periodo che abbiamo vissuto adesso e della situazione che hanno vissuto le persone durante le epidemie di peste del passato, che questo libro ripropone con estrema verosimiglianza, poichè le similitudini sono molte: forse se ci fossimo informati di più riguardo alla peste del passato questo ci avrebbe aiutati ad affrontare al meglio il Covid, oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *