20 maggio 2022, Cronache, Salone del Libro 2022

Giovanni Falcone è vivo!


Giancarlo Tummolo, Carlotta Zangrillo, Redazione Liceo Alfieri Torino


Oggi, 20 maggio 2022, al Salone Internazionale del Libro di Torino, per il trentennale dalla strage di Capaci, in cui è rimasto vittima il magistrato antimafia Giovanni Falcone, Gian Carlo Caselli, Evelina Santangelo, Marzia Sabella e Pif, pseudonimo di Pierfrancesco Diliberto, ci portano indietro nel tempo, agli anni della Sicilia infuocata dal fenomeno della mafia.

Questi quattro personalità, tutti facenti parte dello scenario siciliano, ci hanno raccontato le loro esperienze e riflessioni riguardo i loro vissuti, mostrandoci quegli anni caratterizzati dal terrore e dalla rabbia nei confronti della mafia da punti di vista diversi, dimostrando di incarnare perfettamente gli ideali di Falcone e Borsellino, poiché, come loro, sono vivi: non si lasciano scivolare le ingiustizie addosso, ma si impegnano affinché siano condannate; proprio come i due magistrati, che sono morti, come dice il dottor Caselli, perché non si sono mai tirati indietro.

Tramite le loro azioni e il loro coinvolgimento nelle lotte contro la mafia, Falcone e Borsellino, per l’Italia, e per il popolo siciliano in particolare, sono diventati semplicemente Giovanni e Paolo e continuano a vivere in tutti noi, quando ci comportiamo seguendo il loro esempio e quello di persone coinvolte nelle stesse lotte contro la sopraffazione mafiosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.