13 maggio, Cronache, Salone del Libro 2024, Una giornata da Schiappa

Una giornata da schiappa


Gabriele Tagliarini, 3H

I.C. Peyron - Torino

Oggi 13 maggio, nell’Auditorium del Centro Congressi, c’è stato un incontro… da “schiappa”!

Jeff Kinney, l’autore della serie bestseller Diario di una schiappa, si è confrontato con un vastissimo pubblico di bambini e ragazzi urlanti che l’hanno accolto con grandi applausi. Lo scrittore è stato introdotto da Federico Taddia e accompagnato dall’interprete che traduceva le sue risposte.

L’incontro è cominciato con un video che mostrava tutti i viaggi che l’autore aveva fatto prima di arrivare a Torino: Tokyo, New York, Sidney… Appena entrato, Kinney ha raccontato come è diventato un fumettista: grazie al padre ha cominciato a leggere il fumetto “Donald Duck” e da lì ha inventato un suo personaggio, Igdoof. Purtroppo non ha avuto molto successo, ma Kinney non si è arreso: ha cominciato a scrivere un diario a fumetti. Così è nata l’idea della sua fortunata serie! 

Ai suoi giovani lettori, l’autore ha spiegato che molte delle avventure di Greg sono ispirate a eventi autobiografici.

Con l’entusiasmo che lo accompagna, ha raccontato al pubblico come crea i suoi disegni e ha invitato tutti a prendere carta e matita per provare a rappresentare uno dei suoi personaggi.

L’incontro aveva l’obiettivo di far salire sul palco le tre classi vincitrici del progetto “Una giornata da schiappa”, concorso di scrittura creativa i cui elaborati si possono vedere sul sito del Bookblog (https://bookblog.salonelibro.it/category/laboratorio/una-giornata-da-schiappa/).

Il divertentissimo evento da “schiappe” si è concluso con un’esibizione canora di Gea, grande fan di Kinney fin da quando era bambina.

Ah, dimenticavo: Greg potrebbe esordire in un vero e proprio fumetto accompagnato da… una ragazza! Parola di Jeff.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *