15 ottobre 2021, Cronache, Salone del libro 2021

Specchio della Schiappa


Michelle Chidera Anago, Whitney Chinoyerem Mbalisike - Liceo L.Ariosto di Ferrara


Dal 2008 in poi, la serie è stata tradotta in ben 65 lingue, incluso il latino, ha venduto oltre 6,5 milioni di copie solo in Italia, inoltre nel 2020 ha ottenuto un picco di vendite facendo registrare il miglior risultato di sempre con mezzo milione di copie vendute in 9 mesi. Si sta parlando proprio del best seller “Diario Di Una Schiappa” (“Diary Of A Wimpy Kid”), una serie di libri per ragazzi composta dall’autore e fumettista Jeff Kinney. 

Venerdì 15 Ottobre, al Salone del Libro di Torino è stato ospitato l’autore Jeff Kinney, moderato da Pierdomenico Baccalario e Eros Miari. L’incontro, strutturato come dialogo tra i presentatori e lo scrittore, ha avuto come tema principale quello dello specchio, infatti la conversazione si è aperta con Kinney che ha presentato tutti i libri della serie come diari personali di se stesso e della sua infanzia. Il Greg Heffley che noi conosciamo non è altro che il Jeff Kinney adolescente, una sorta di specchio delle sue avventure e vicende che lo rendono una “schiappa” o un “maccarone” a seconda della lingua e dialetto di preferenza. Da pochi anni l’autore ha anche composto uno spin off dal punto di vista di Rowley, il protagonista e migliore amico di Greg (Diario Di Un Amico Fantastico). Se nell’altro libro viene rispecchiata l’immagine dello scrittore, lo spin off, al contrario, rappresenta una finestra che solo il personaggio di Rowley poteva incarnare e che dunque si discosta dal genere autobiografico.

Utilizzando come ispirazione la sua infanzia, l’autore ha rivelato che il processo di scrittura e ideazione del libro diventa sempre più complicato; infatti alla domanda “Come fai a scrivere nuovi libri con battute nuove e divertenti?”rivolta da un ragazzino nel pubblico, Kinney ha risposto che non è semplice inventarne di nuove e che difatti l’impiego nella stesura di nuovi libri può raggiungere i 7 mesi se non di più. Ha inoltre riferito che non ha ancora raggiunto il modello di libro che si era prescritto quando ha iniziato questa avventura. Sfruttando vicende autobiografiche dell’autore in crescita, il personaggio di Greg sarebbe sempre rimasto a quell’età, in modo da mantenere una relazione salda con il lettore ed una ripresa dell’infanzia durante la lettura.

Quando l’autore era piccolo amava profondamente leggere, infatti nella sua città aveva una libreria preferita di fiducia, che è stata fondamentale per il suo futuro da scrittore; purtroppo questa libreria fu chiusa e Kinney è rimasto triste per molti anni. Per risanare il dolore, da adulto, ha costruito una libreria nel luogo in cui vive ancora oggi e dove continua ad avere idee da incidere su carta.

Inoltre nell’incontro Jeff ha spiegato che in futuro ci sarebbero state più donne nella schiappa, anche se è difficile da far avvenire perché il protagonista, Greg, ha uno stretto rapporto di amicizia con Rowley, tanto da non avere molta esperienza con le ragazze. Per questa ragione l’autore sta riflettendo su come inserire una femmina adatta alla storia, che forse potrà essere addirittura la fidanzata del protagonista. 

L’autore conclude dicendo che questa è una serie di libri che vuole trasmettere ai lettori la passione che lui stesso ha, cercando di rappresentare la realtà ma una realtà imperfetta, diversa da quella che oggi viene mostrata sui social media di ragazzi privi di una vita tranquilla. E’ questo il modo migliore per raccontare ai bimbi che non sempre si vive una vita con i fiocchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *