Scaffale

Un canto di Natale


Angelica Barresi classe VA


Autore/Autrice

Charles Dickens

Editore

Marsilio

Il libro

Il libro Un canto di Natale è un breve romanzo scritto da Charles Dickens, celebre scrittore britannico dell’età vittoriana. Pubblicato nel 1843, ebbe da subito fama straordinaria. Un canto di Natale è la storia di un uomo d’affari avaro ed egoista, Scrooge, che trascura il Natale e tutto ciò che si collega ad esso. La sua condizione è di estrema solitudine, poiché il carattere scontroso lo ha allontanato da tutte le persone care che fino a un certo tempo lo hanno circondato. Ad ammonirlo che un terribile futuro lo aspetta, la notte della vigilia di Natale, è proprio il fantasma di Marley, colui che un tempo era il suo socio in affari. Tuttavia, Scrooge non ascolta le parole del socio, così gli appaiono i tre spiriti del passato, del presente e del futuro, che lo fanno viaggiare nel tempo. Con il loro aiuto, il protagonista sarà capace di migliorare sé stesso e fare del bene agli altri.

Perché leggere questo libro

Questo romanzo non è solo una lezione di vita, ma sprona al cambiamento se la nostra condizione attuale non ci fa star bene o nuoce a qualcuno. Non sempre si nasce dotati di bontà d’animo, ma crescendo la si può acquisire ed è proprio ciò che succede a Scrooge. Questo libro ci insegna quindi a guardare dentro noi stessi per scoprire i nostri difetti e migliorarli, a prescindere da quanto possa essere difficile.

A chi può piacere questo libro

Raccomando questo libro a tutti coloro che amano lo spirito del Natale, e soprattutto a tutti quelli che amano il cambiamento, che, come sappiamo, è l’unica costante nella vita.

Una frase del libro da conservare

Risero alcuni di quel mutamento, ma egli li lasciava ridere e non vi badava; perché sapeva bene che molte cose buone, su questo mondo, cominciano sempre col muovere il riso in certa gente.

Questo romanzo non è solo una lezione di vita, ma sprona al cambiamento se la nostra condizione attuale non ci fa star bene o nuoce a qualcuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *