Scaffale

La verità sul caso Harry Quebert


Judith Benassi classe 5A


Autore/Autrice

Joël Dicker

Editore

Bompiani

Il libro

La verità sul caso Harry Quebert inizia con la morte di uno dei personaggi principali. E, naturalmente, rispettando le convenzioni del giallo, la sfortunata vittima di un atroce delitto non può che essere un’innocente fanciulla. La vicenda infatti ruota attorno all’omicidio della quindicenne Nola Kellergan, scomparsa nel 1975. Ma la storia vera e propria comincia molti anni dopo, nel 2008, quando Marcus Goldman, stella nascente della letteratura newyorkese, dopo il suo primo libro, si confronta con la sindrome da foglio bianco. Egli è però obbligato dalla casa editrice a consegnare a breve un nuovo manoscritto. In preda al panico, decide di recarsi dal celeberrimo scrittore Harry Quebert, suo professore ai tempi dell’università e a cui è legato da una forte amicizia.  Ad Aurora, dove Harry vive, Marcus apprende molte vicende interessanti sulla apparentemente quieta cittadina. In particolare, viene a conoscenza della relazione del suo maestro con la giovanissima Nola Kellergan, misteriosamente scomparsa trent’anni prima. Colpo di scena: qualche settimana dopo il soggiorno di Marcus ad Aurora, nel giardino della villa di Harry Quebert vengono rinvenuti i resti di Nola e il celebre scrittore è accusato di omicidio. Marcus inizia a indagare nel tentativo di scagionare il suo mentore e rivelare al mondo la verità sul caso Harry Quebert: chi ha ucciso la dolce Nola? Chi ha cercato di incastrare Harry in questo tremendo omicidio?

Perché leggere questo libro

Quando si pensa al giallo, genere purtroppo enormemente sottovalutato, vengono in mente misteri irrisolvibili, morti inspiegabili e assassini che si nascondono nell’ombra. Ma se non fosse soltanto questo? Se dietro ad una copertina dal titolo enigmatico si celasse un romanzo pieno di umanità? È questo il caso de La verità sul caso Harry Quebert.

A chi può piacere questo libro

Consigliato a tutti coloro che non amano il genere, per dimostrare che anche il giallo è capace di uscire da schemi, stereotipi e finale prevedibile.

Una frase del libro da conservare

Qualcuno vorrà farti credere che un libro abbia a che fare con le parole, ma è falso: in realtà ha a che fare con le persone.

L’autore/autrice di questa recensione viene da

Bologna

Scuola

Liceo Classico Luigi Galvani

La verità sul caso Harry Quebert inizia con la morte di uno dei personaggi principali. E, naturalmente, rispettando le convenzioni del giallo, la sfortunata vittima di un atroce delitto non può che essere un’innocente fanciulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *