Scaffale

Il mondo sommerso


Niccolò Castaldelli 4Q


Autore/Autrice

James Graham Ballard

Editore

Feltrinelli

Il libro

Nel caso del mondo sommerso il contesto è quello di un mondo trasformato in una immensa palude dall’innalzamento del clima e conseguente aumento del livello dei mari e delle piogge. La popolazione umana sopravvissuta si è trasferita sempre più a nord in cerca delle ultime terre asciutte. Il protagonista Robert Kearns è un ricercatore al seguito di una squadra, guidata dal colonnello Riggs, con il compito di studiare quello che resta delle città sommerse. Il gruppo vive ai piani alti dei palazzi e lotta con temperature insopportabili e i violenti raggi solari.
L’ambiente circostante appare sempre più invivibile, trasformato progressivamente in una giungla selvaggia popolata di coccodrilli e di iguane. Quando la squadra riceve l’ordine di andarsene Kerans e altri due si rifiutano di abbandonare le loro postazioni e restano soli in quell’ambiente malsano e invivibile, nutrendosi di carne di iguana e subendo progressivamente un processo di regressione a una condizione primitiva corrispondente alla regressione subita dall’ambiente dove ormai dominano liane, alghe e rampicanti.
L’arrivo di un gruppo di balordi guidati da uno psicopatico ricercatore di tesori abbandonati è il culmine della tragedia per il protagonista, torturato e quasi ucciso. Salvato in extremis dal ritorno della squadra di Riggs, Kernas deciderà infine di andarsene verso sud sapendo di non avere alcuna possibilità di sopravvivenza ma resta aggrappato all’idea che un mondo vivibile possa esistere.

Perché leggere questo libro

Ballard sfrutta la fantascienza parlando, in realtà, di progresso e di alcune evoluzioni che accadono realmente nella società ed è proprio questa la sua particolarità. Nonostante il romanzo sia breve, credo che l’autore abbia spiegato dettagliatamente ciò che aveva intenzione di trasmettere ai lettori. Un testo che fa riflettere molto, ma anche un valido romanzo di fantascienza. Il finale lascia con ottimismo le basi per un finale migliore, concludendo la storia nel migliore dei modi possibili.

A chi può piacere questo libro

Questo libro può piacere a tutte quelle persone che sono appassionate a una storia d’avventura e dove magari puoi immedesimarti nei personaggi stessi.

Una frase del libro da conservare

Tutt’intorno a lui, i residui dei sogni si distendevano sotto la superficie della realtà come spiagge senza fine.
Questa citazione vuol dire che tutti i sogni di quella persona erano talmente tanti che erano come se fossero delle spiagge infinite, anche perchè la nostra immaginazione non ha limiti.

Se questo libro fosse una canzone, un film, una serie tv

Se fosse un film sarebbe Deep Sea: Il mondo sommerso, mentre se fosse una serie tv sarebbe l’Isola dei Famosi.

L’autore/autrice di questa recensione viene da

Niccolò Castaldelli

Scuola

I.T.C.S Gaetano Salvemini

Gruppo di lettura

4Q

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.