Scaffale

Il meglio di me


Nicolas Scafidi 4Q


Autore/Autrice

Nicholas Sparks

Editore

Frassinelli

Il libro

Con il suo romanzo intitolato “il meglio di me”, Nicholas Sparks, racconta di un amore puro nato da una coppia di giovani liceali ambientata verso la fine degli anni Novanta del secolo scorso. L’amore di Dawson e Amanda nacque per pura casualità e fin da subito vede un contrasto familiare, molto diverse tra loro da un punto di vista sociale. Trovano come protettore però un anziano dai sani principi, Tuck. Quest’ultimo ebbe un ruolo molto importante nella storia, sia da vivo che da morto. Infatti, dopo un allontanamento verificatosi tra i giovani innamorati dovuto ad uno spiacevole inconveniente, i due si rincontrano dopo venticinque anni al funerale di Tuck. Quest’ultimo, nel testamento, cedette a Dawson e Amanda la sua vecchia casa in riva al lago in cui passavano le estati. In un solo weekend l’amore ormai sprofondato riemerse più forte di prima, e anche se troverà negazioni e ostacoli non si spegnerà. Il messaggio che l’autore vuole esprimere è che l’amore puro va oltre ogni sentimento che l’essere umano possa provare. Penso che nella vita ci si possa innamorare più volte, ma che ne basti solamente una di esse a porre fine a quelle successive, è il vero amore, come quello provato all’interno del romanzo da Dawson e Amanda. Questo libro mi ha suscitato molti sentimenti, ovviamente tutti positivi. Un particolare che ho riscontrato nella scrittura di Nicholas Sparks nei romanzi è sicuramente l’elemento di tragedia presente anche in un lieto fine, che in un genere romantico come questo spesso crea una sorta di stupore nel lettore che va ad enfatizzare e accompagnare la conclusione.

Perché leggere questo libro

Questo libro lo rileggerei perchè fa riflettere sul come basti un avvenimento improvviso su cui non si è preparati per sconvolgere la propria vita e come basti accettare l’aiuto esterno per provare a riprendersela. E’ un ottimo romanzo per chi piacciono le storie d’amore. Consiglio caldamente la lettura del romanzo ad ogni fascia d’età, sia a giovani amanti del romanzo romantico che a chi è un po’ più grandicello.

Una frase del libro da conservare

Dawson, non ti rendi conto, quando ero sola, la notte, io volevo te! Ti volevo e piangevo e ti odiavo perché io avrei scelto te a qualunque costo e tu non me l’hai permesso.

Se questo libro fosse una canzone, un film, una serie tv

Se questo libro fosse una canzone sarebbe la colonna sonora della mia vita amorosa.

L’autore/autrice di questa recensione viene da

Nicolas Scafidi

Scuola

ITCS Gaetano Salvemini

Gruppo di lettura

4Q

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.