Un libro tante scuole

Una riflessione sulla sicurezza sul lavoro


Berselli Francesca, Ennadi Marwa, Mileo Mattia e Giulia Miglietta della 1AT dell'Elsa Morante di Sassuolo.


Una cosa che ti ha colpito

La percezione falsata dei personaggi sul mondo che li circonda.

Una frase del libro da conservare

Eh, hanno fatto cinque anni a Natale, dal giorno della sua fine. Morì assieme a mio padre, in quella gran disgrazia famosissima!

Il padre di Nunziatella muore sul in seguito a un tragico incidente:

Esso non andava quasi mai al lavoro, perché, a detta di sua figlia, era assai sfaticato  e preferiva scioperare.

Ma in quella settimana aveva sentito la voglia e la volontà, ed era andato a lavorare allo scarico della pozzolana e il fratello di lei gli aveva portato il pranzo; è stata l’ultima volta che la famiglia l’ha visto, “è stata la fatalità del destino”.

Nunziata racconta che il padre scioperava sempre perché secondo lei era pigro ma forse lui non andava al lavoro per la sicurezza che non c’era in quell’ambiente. 

Questo è uno dei tanti episodi di vittime sul posto di lavoro:

Un lavoratore di 29 anni che lavorava a Termoli, in una ditta che si occupa di antincendio, è caduto per diversi metri da un capannone, ed è stato trasportato immediatamente all’ospedale.

Ancora oggi, sono più ancora tantissimi gli operai che muoiono mentre lavorano, infatti c’è ancora tanto da fare per garantire sicurezza ai lavoratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.