Parole che fanno bene, parole che fanno male

Inutile!


5^A -Scuola Primaria Girondi


Personalmente il mio linguaggio cambia a seconda del luogo in cui mi trovo e alle persone che frequento. Ad esempio, quando sono a casa con i miei amici talvolta scappano parole che fanno male, ma mai rivolte a qualcuno. Quando sono in classe, invece, il mio linguaggio è rispettoso.

Circa due anni fa mi trovavo al campetto di pallacanestro per svolgere la mia lezione di basket, quando un mio compagno di squadra si lamentò perché ero lento a correre e non riuscivo a centrare il canestro. Dopo l’ennesimo mio sbaglio urlò davanti a tutti:- Questo è “inutile”, non serve!

A quelle parole mi vergognai, volevo fuggire, andar via ma non potevo. Nella mia testa pensavo ancora a quell’inutile, inutile e inutile (una parola che fa davvero male!) Per fortuna non mi è successo altre volte ma riesco ancora a sentire le mie sensazioni e i miei sentimenti di malessere quando ripenso a quell’episodio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *