21 maggio 2022, Cronache, Salone del Libro 2022

La bellezza: una gabbia al giorno d’oggi


Giovanni Giudice, Francesco Capone e Riccardo Maria Borca, Redazione BookBlog


Oggi abbiamo partecipato a quella che non è stata solo la presentazione del libro “Specchio delle mie brame”, edito da Einaudi, ma piuttosto una riflessione collettiva tra Maura Gancitano, Lidia Ravera e Valeria Parrella.

L’argomento principale del libro è la bellezza, vista non come caratteristica positiva, ma come come gabbia delle donne nella società moderna. Per tutto l’incontro si è discusso quindi su quale sia la causa scatenante di questo fenomeno. La risposta che si è trovata fin da subito è stata attribuire le responsabilità al sistema economico capitalista che ha influenzato non solo l’aspetto politico ma anche il nostro modo di pensare e di valutarci. Secondo questa prospettiva, infatti, non siamo più persone, ma merce di un mercato con il costante bisogno di venderci. Inoltre non agiamo per nostro volere o piacere ma solamente perché siamo mossi da una continua ricerca di essere invidiati dagli altri.

É l’invidia, come ci ha raccontato Lidia Ravera, che spinge la società. Negli anni ’70 invece il motore era la lotta di classe, che spingeva uomini e donne a migliorarsi. La nostra si configura quindi come una società stagnante anche perché l'”ascensore sociale” sembra essersi fermato. La cultura, che dovrebbe risolvere anche il problema della bellezza, non è più funzionale per progredire a livello individuale.

Guardare la società oltre lo specchio non è mai facile, ma riflettere è necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.