14 ottobre 2021, Cronache, Salone del libro 2021

I finalisti del Premio Strega ragazzi: Barbaglia e Ferrario


Pietro Fiocchi e Rocchietti Sara, Liceo Alfieri


Nell’arena Bookstock, Eros Miari ha presentato e intervistato i due scrittori finalisti del Premio Strega ragazze e ragazzi 2021: Alessandro Barbaglia e Giuseppe Ferrario. Alessandro Barbaglia nasce nel 1980 a Novara, è poeta e libraio di professione e ha scritto Scacco matto tra le stelle. Il libro tratta dell’estate di Tito e Vichi. I due bambini sembrano apparentemente incompatibili: Tito è un ragazzino molto noioso, Vichi una ragazzina estremamente dispettosa. I due hanno in comune la grande passione per gli scacchi e insieme trascorrono un’estate all’insegna di avventure, disavventure, gioie e ostacoli da superare. Il secondo finalista è Giuseppe Ferrario, autore di Thoni e i suoi cugini. Un’estate fuor d’acqua. Nato  a Milano nel 1969, terminati gli studi all’Accademia di Belle Arti di Brera, diventa illustratore e fumettista. Nel suo libro, il protagonista Thoni è un simpaticissimo tonno che sta per andare in vacanza dai nonni in compagnia dei cugini (due delfini gemelli, uno squalo e un pescespada) e insieme compiranno folli avventure all’interno di un campeggio.

Durante la conferenza sono state poste alcune domande che hanno messo in risalto il carattere aperto e giocoso dei due scrittori, che sono stati abilmente in grado di intrattenere il giovanissimo pubblico: quando Eros Miari ha chiesto cosa abbiano provato in seguito alla comunicazione del raggiungimento della finale del Premio Strega ragazzi, Barbaglia ha risposto scherzosamente che è stato un dolore lancinante: in quel momento infatti, si trovava nella sua mansarda e quando ha scoperto la notizia è saltato dall’emozione, andando così a sbattere la testa contro una trave del soffitto…

Successivamente è stato evidenziato come entrambi i racconti siano ambientati d’estate ed è stato chiesto il perché agli autori. Entrambi hanno risposto in modo simile: essi pensano che l’estate sia un periodo strettamente connesso con l’idea di libertà, specialmente per i più piccoli, che sperimentano l’assenza della scuola per potersi dedicare completamente alle proprie passioni.

Anche altri titoli hanno meritano di essere citati in questa conferenza;(due per la categoria 6+ e due per gli 8+): Il mio cuore ride e saltella di Rose Lagercrantz, Murdo. Il libro dei sogni impossibili di Alex Cousseau, Elise e il cane di seconda mano di Bjarne Reuter e il Rinoceronte alla riscossa di Juris Zvirgzdins.

Al termine gli scrittori hanno dedicato ampio spazio per rispondere alle curiosità dei piccoli spettatori. L’incontro nel complesso è stato divertente e adatto al pubblico, che di certo non si sarà annoiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *