Cronache, Salone del Libro 2022

Guardando le nuvole


Auletta Giada, Maria Faudella, Scuola Media Peyron


“Tutti hanno diritto ad alzare la testa e a sognare, anche senza di me. Ora e fino a quando sarà necessario il cielo è tuo. Non deludermi”.

Da qui inizia l’avventura di Ally e i suoi fratelli alla ricerca del loro padre Grover, il disegnatore di nuvole più celebre della città di Londra.

Giorgia Simoncelli ci racconta il suo primo romanzo per ragazzi finalista del Premio Strega ragazzi e ragazze nel 2021: Il disegnatore di nuvole (Edizione Piuma).

L’autrice si identifica nel personaggio del padre, curioso e sognatore come lei, nel desiderio di avventura che ha provato nel leggere L’isola del tesoro ed altri romanzi e nel profondo senso dell’amicizia che ha sempre avuto sin da bambina.

Ally cerca disperatamente suo padre anche perché in Inghilterra non ci sono più nuvole e durante il viaggio capisce che anche lei vorrebbe diventare una disegnatrice di nuvole, ma le donne, a quel tempo, non potevano.

Alla domanda: “chi potrebbe essere oggi il disegnatore di nuvole” Giorgia risponde che possono esserlo solamente tutti gli artisti che esprimono la loro passione tramite il disegno, proprio come fa Grover con le sue nuvole: “ le più belle d’Inghilterra”. 

Dopo tanta fatica per far valere i propri diritti Ally e i suoi fratelli diventano tutti disegnatori di nuvole, mantenendo viva la tradizione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.