17 ottobre 2021, Cronache, Salone del libro 2021

Gazzola torna in libreria con un’Alice tutta nuova


Rachele Lazzari e Noemi Ruggiero, Liceo Alfieri Torino


Anche un’autrice prolifica come Alessia Gazzola non è uscita indenne dai due anni di lockdown. Chiusa in casa, la sua infallibile tabella di marcia ha subito un arresto, e ha dovuto lottare con il blocco dello scrittore (anche se breve). L’abbiamo ritrovata in libreria, infatti, dopo tre anni con il nuovo romanzo della collana dedicata ad Alice Allevi: La ragazza del collegio (Longanesi). Petunia Ollister la intervista al Salone Internazionale del Libro sull’importanza di questo personaggio, che ha compiuto nel gennaio di quest’anno dieci anni dalla sua prima comparsa in libreria.

Si tratta di un personaggio che Gazzola, però, porta con sé dal 2007, ben quattro anni prima dell’uscita ufficiale del primo romanzo, e che ha di certo subito un’evoluzione nel tempo.

L’abbiamo letta per la prima volta specializzanda al primo anno di medicina legale, caratterizzata da un costante movimento e da una precaria vita sentimentale, la quale, però, è andata a stabilizzarsi nel corso dei romanzi. In questo ultimo capitolo della serie, troviamo un’Alice profondamente evoluta, così come lo è il suo compagno Claudio, che, nei romanzi precedenti, è risultato al pubblico quasi come l’antagonista della storia. L’autrice pensa che sia proprio questa perenne tensione al cambiamento e alla transizione che ha fatto sì che i lettori apprezzassero Alice e tutti i libri dedicati alle sue vicende. A questa evoluzione della protagonista corrisponde senza dubbio quella dell’autrice e del suo modo di scrivere, molto diverso rispetto a quello di dieci anni fa: “Ci sono cose che ho scritto, cose che ho fatto fare e dire a Claudio che non potrei mai mettere in un libro oggi. Nel corso di questi undici anni la mentalità e la coscienza sociale sono molto cambiate, sicuramente molti elementi del primo libro, L’allieva (Longanesi), oggi sarebbero considerati politicamente scorretti” dice Gazzola. 

I lettori e le lettrici sono curiosə di conoscere questa nuova Alice e già si chiedono se qualcos’altro bolle in pentola. Alessia Gazzola non si esprime, ma è chiaramente un vulcano di idee non intenzionato a spegnersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *