L'Europa ancora da scrivere

L’Europa dei miei sogni


Classe 3^B


1° - Riconoscere a tutti gli stessi diritti e apprezzare la diversità

Io sogno un’Europa senza distinzioni sociali ed economiche, senza discriminazioni. Io sogno un’Europa dove tutti si sentano CITTADINI, dove tutti siano liberi di essere se stessi, a qualunque popolo appartengano, qualunque sia la loro origine, qualunque fede religiosa professino, qualunque sia il sesso e l’orientamento sessuale, qualunque sia il limite fisico o psichico. Come le dita delle mani sono diverse e tutte necessarie, così i cittadini europei e chiunque vive in Europa è parte di uno stesso popolo.

2° - Adottare stili di vita sostenibili

Io sogno un’Europa in cui tutti i cittadini possano usufruire di mezzi di trasporto ecologici ed economici. Io sogno un’Europa dove non ci siano sprechi e l’economia circolare sia la regola, dove il rispetto dell’ambiente stia a cuore a tutti, dove l’impegno per fermare i cambiamenti climatici sia concreto e condiviso. Dobbiamo ORA preservare l’ambiente per le future generazioni, perché la Terra è nostra e di chi verrà, non solo di chi c’è già stato!

 

 

3° - Restare per crescere e per far crescere l'Europa

Io sogno un’Europa più intelligente, dove i giovani abbiano tante opportunità di studio e lavoro, contribuendo alla crescita e allo sviluppo culturale, sociale, scientifico ed economico dell’Unione Europea. Basta con la “fuga di cervelli”!

4° - Costruire una politica estera comune

Io sogno un’Europa capace di collaborare all’unisono con i Paesi extraeuropei e di dare agli altri delle regole comuni per trattare con l’Unione Europea, affinché i nostri valori fondamentali non siano “sacrificati” per gli interessi economici. Io sogno un’Europa capace di aiutare chi ha bisogno e di darsi delle regole condivise per accogliere gli immigrati.

5° - Promuovere la giustizia e la pace

Io sogno un’Europa che garantisca pace tra i suoi Stati e sia capace di promuovere e diffondere la cultura della pace nel mondo. Io sogno un’Europa che assuma il ruolo di mediatrice nei conflitti tra Stati extraeuropei.

 

6° - Combattere e sconfiggere insieme le mafie

Io sogno un’Europa senza mafie dove si possa vivere sicuri, dove non ci sia spazio per l’illegalità e dove le ingiustizie si possano denunciare senza rischiare la vita, avendo piena fiducia nelle istituzioni. Io sogno un’Europa dove non ci sia più bisogno di assegnare la scorta a nessuno.

7° - Confrontarsi e "abitare" le piazze

Io sogno un’Europa in cui ci siano giardini e piazze dove persone di tutte le età possano incontrarsi, giocare, correre, fermarsi, dialogare, conoscersi. Io sogno un’Europa in cui i giovani abbiano spazi di confronto per iniziare a sognare e a costruire il proprio futuro.

8° - Vivere in Europa in sicurezza

Io sogno un’Europa in cui a tutti i cittadini sia garantita la sicurezza in ogni ambito della vita: sicurezza tecnologica, sicurezza stradale, sicurezza edilizia, sicurezza lavorativa…  Promuovere la cultura della sicurezza è importante perché nessuno muoia per vivere.

9° - Incentivare la ricerca scientifica e tutelare la salute

Io sogno un’Europa in cui si continui a investire nella ricerca scientifica che crea lavoro e fa progredire l’umanità, assicurando passi in avanti nella cura delle malattie già note o sconosciute. Lo abbiamo capito in questi mesi di pandemia di Covid-19: non ci possiamo salvare da soli! Serve una politica comune anche per tutelare la salute di tutti i cittadini che vivono in Europa.

10° - Valorizzare itinerari artistici e culturali

Io sogno un’Europa in cui si possano progettare e percorrere tante “vie”, tanti itinerari turistici, per conoscere e apprezzare il patrimonio artistico europeo e le diversità culturali, in modo da valorizzarli proiettandoli in un futuro comune.

L’Europa nei sogni dei ragazzi e delle ragazze della scuola secondaria di primo grado “Michelangelo”, Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *