L'Europa ancora da scrivere

L’Europa che desideriamo


Nome degli autori o della classe: 3Bbs


1°- Rispetto della diversità e tolleranza

“Unita nella diversità” è il motto dell’Europa che sta a indicare come gli europei siano riusciti a collaborare insieme mantenendo la pace e salvaguardando, nel tempo, le ricchezze delle diverse culture.

Noi vogliamo un’Europa uguale, che vinca le discriminazioni, perché la diversità è arricchimento e non  un qualcosa di negativo.

2° - Equità, rispetto dei diritti e giustizia sociale

L’Europa deve avere una propria identità e un senso dei diritti forte. L’Europa del futuro sarà caratterizzata da una maggiore uguaglianza e giustizia sociale. Secondo noi l’Europa dovrebbe emanare leggi che aiutino gli studenti e tutti coloro che ne hanno bisogno con sussidi, incentivi, borse di studio che diano veramente una pari opportunità di realizzare i propri sogni senza distinzione di genere, razza e religione.

3° - Mobilità e opportunità per i giovani

Nell’Europa che sogniamo è possibile innamorarsi, studiare, curarsi, divertirsi e viaggiare in un altro paese senza alcun tipo di vincolo.

L’Europa spesso organizza progetti rivolti ai giovani delle scuole. Un esempio ne è il Progetto EPAS (European Parliament Ambassador School) proposto anche nel nostro istituto. Il suo scopo è quello di sensibilizzare gli studenti delle  superiori italiane sul tema della partecipazione e dell’apertura  delle istituzioni europee, infatti questo percorso è voluto dal Parlamento Europeo. Perciò è importante che l’Europa continui a sollecitare i giovani per renderli partecipi della vita europea. L’Europa dovrebbe mettere in piedi un progetto tipo l’Erasmus con i giovani provenienti da fuori Europa in particolare con i paesi della sponda sud del Meditaerraneo e del Corno d’Africa.

4° - Integrazione

Sarebbe bello inaugurare secondo noi, una fiera in cui partecipano tutti i paesi dell’Unione Europea unendosi attraverso le lingue, le tradizioni, la cultura, le religioni, i costumi e la gastronomia, cambiando ogni anno il luogo ospitante.

Un altro proposito potrebbe essere la promozione di un paese o una regione europea integrando nelle scuole, lezioni seguite in presenza da un originario del paese celebrato e propagando tutto ciò in più ambiti possibili.

Secondo noi questo potrebbe migliorare l’integrazione dell’ospite e soprattutto abbattere le lacune culturali che portano alla discriminazione.

5° - Inquinamento

L’Europa dovrebbe focalizzarsi di più sul problema dell’inquinamento che oggi accomuna ogni paese e che sta portando alla rovina il nostro pianeta. Quanto sarebbe bello vedere le piazze e gli ambienti in cui viviamo più puliti, senza auto e pieni di verde e natura e in cui non dobbiamo più preoccuparci delle conseguenze. 

Ultimamente si è discusso molto di questo aspetto, ma per cambiare le cose non servono solo le parole, bensì i fatti. 

Per noi è importante quindi che l’Europa attui un piano di economia circolare e sostenibile in modo da garantire alle generazioni future un mondo migliore.

6° - Forti istituzioni politiche: politica estera comune

Per avere un’Europa unita e avere una politica estera comune, tutti i paesi devono collaborare, senza pensare a se stessi e solo così l’Europa potrà essere più forte e contare di più nel mondo Dobbiamo mantenere legami economici non solo con i nostri paesi vicini ma anche con i paesi di altri continenti che possono offrire buone partnership economiche.

7° - Incentivare la ricerca e le innovazioni tecnologiche

L’Europa del nostro futuro deve investire in ogni ambito della ricerca. La pandemia da Covid-19 ci ha fatto ulteriormente capire l’importanza delle innovazioni tecnologiche e della ricerca in ogni campo, noi pensiamo che l’Europa del futuro debba finanziare progetti di ricerca con il fine di rendere più sicura la vita dei cittadini. 

8°- Difesa dello spazio pubblico

La storia dell’Europa si caratterizza dalla vivacità dello spazio pubblico: è fondamentale che questo spazio rimanga libero, disponibile, senza restrizioni e indipendente perché da sempre le nostre piazze e città sono un punto di incontro e di scambio delle varie opinioni politiche e pubbliche.

9°- Rispetto della vita in tutti i suoi aspetti

Nell’Europa che sognamo la vita deve essere rispettata in tutti i suoi aspetti dal momento della nascita fino al rispetto delle scelte per il fine vita. Secondo noi rispettare la vita significa ampliare a tutti gli esseri viventi il rispetto per la biodiversità cioè il rispetto per la natura e degli animali.

10°- Pace

La nostra Europa è ovviamente un’Europa di pace. In molti paesi del mondo la pace non è scontata quindi noi chiediamo un’Europa che intervenga nelle controversie internazionali con la diplomazia per costruire un clima di collaborazione, di scambio e pace con i paesi di tutto il mondo.

Noi della classe 3Bbs dell’Istituto d’Istruzione Superiore Galileo Galilei di Jesi (An), riassunta in 10 punti, descriviamo l’Europa che desideriamo.
Il nostro lavoro è stato così organizzato: per prima cosa abbiamo seguito le lezioni proposte dal salone con lo storico Greppi, Abdullahi Ahmed e il giornalista Calabresi. Abbiamo poi scritto le nostre riflessioni sull’Europa che vogliamo in un padlet. Abbiamo poi condiviso in classe e stilato i 10 punti che riassumono le posizioni di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *