L'Europa ancora da scrivere

Decalogo della Classe 5N – Liceo Scientifico “Galileo Ferraris” di Torino


5^a N Liceo Scientifico Statale Galileo Ferraris


1° - Maggiore integrazione culturale tra tutti i Paesi membri dell'Unione Europea

Maggiore incentivazione di progetti di scambio culturale all’estero quali ”Erasmus” e anni all’estero, maggiore uniformità dei programmi scolastici dei vari Paesi dell’UE e bonus per la partecipazione ad eventi culturali negli altri Paesi membri aiuterebbero a diffondere un senso comune di appartenenza all’UE stessa e aiuterebbero le culture nazionali ad arricchirsi della conoscenza dei loro ”vicini”.

2° - Diritto di usufruire del progresso scientifico

Tutti quanti i Paesi devono avere pari diritto di usufruire del progresso scientifico, che non deve essere, pertanto, elitario e riguardare solo quei Paesi che dispongono di maggiori risorse economiche e, di conseguenza, possono permettersi una ricerca scientifica più approfondita.

3° - Gestione collettiva del flusso migratorio dall'Africa

Migliorare gli accordi stabiliti con la Convenzione di Ginevra in modo da non scaricare su pochi Stati, quelli che si affacciano sul Mar Mediterraneo, la gestione dei flussi migratori provenienti dall’Africa, ma redistribuirli equamente per tutti i Paesi dell’UE in modo da migliorare la condizione dei migranti ed alleggerire il loro impatto economico sulle casse statali grazie ad una rapida integrazione nella società.

4° - Istituzione di un esercito comune

Istituire un esercito comune significherebbe risparmiare risorse utili che potrebbero essere reinvestite nei servizi o nella ricerca. Si noti che gli eserciti degli attuali Stati membri uniti costituirebbero, a livello di uomini, l’esercito più numeroso al mondo. Inoltre, l’istituzione di un esercito comune sarebbe in linea con la volontà dell’UE di creare una comunità omogenea e unita.

5° - Libertà nelle unioni civili e omosessuali

Nonostante l’UE si sia dichiarata zona sicura per le coppie omosessuali o appartenenti alla comunità LGBTQ+, nella maggior parte dei Paesi membri non è ancora riconosciuta la validità delle unioni civili e spesso le persone LGBTQ+ sono ancora discriminate.

6° - Tassazione comune in tutti i Paesi dell'Unione Europea

Imporre una tassazione comune in tutti i Paesi europei al fine di evitare disuguaglianze tra i vari Stati membri che abbattano la concorrenza (ne è un esempio l’Irlanda) e che consentano una migliore gestione delle risorse. Inoltre, una legge di questo tipo, impedirebbe delle campagne elettorali demagogiche che propongono assurdi ed irrealizzabili sgravi fiscali al solo fine di conquistare l’elettorato.

7° - Uniformazione del sistema scolastico e del rilascio delle licenze

Uniformazione della durata del ciclo scolastico affinché venga terminato da tutti gli allievi alla stessa età per consentire una maggiore parità. Rilascio di licenze valide in tutta l’UE per eliminare burocrazia superflua e facilitare gli spostamenti e i trasferimenti negli altri Paesi dell’Unione.

8° - Incentivazione delle accise sul tabacco per acquisire risorse per i servizi e disincentivare il fumo

Aumento e statalizzazione a livello europeo della tassazione del tabacco, al fine di ridurne il consumo, di ridurre il peso che ne deriva sul sistema sanitario e di accumulare risorse utili da spendere in investimenti per l’accrescimento del welfare state.

9° - Favorire le adozioni tra i diversi Paesi

Costruire un sistema in grado di garantire una maggiore facilità per effettuare adozioni tra i vari Paesi europei e che impieghi meno tempo e burocrazia nell’effettuare le pratiche necessarie. Inoltre, riteniamo sia possibile migliorare i criteri di scelta con cui selezionare i futuri genitori.

10° - Distribuzione delle risorse economiche in proporzione al numero degli abitanti dei vari Paesi europei

Poiché una popolazione più numerosa necessita di una maggiore disponibilità di risorse economiche per raggiungere lo stesso livello di sviluppo di uno Stato meno abitato, è necessario allocare le risorse dell’Unione di conseguenza. Si noti come i paesi meno popolati dell’unione siano anche quelli con il reddito pro capite maggiore.

Per un Europa più unita ed egualitaria, ecco le 10 proposte della classe 5^ N del Liceo Scientifico Galileo Ferraris di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *