L'Europa ancora da scrivere

Decalogo della Classe 3I – Liceo Scientifico “Galileo Ferraris” di Torino


Classe 3I Liceo Scientifico Statale "Galileo Ferraris" di Torino


1° - Innovazione tecnologica

L’innovazione tecnologica è essenziale per l’avanzamento di una civiltà, in campo scientifico, tecnologico, medico, ma anche edile; è quindi molto importante mettere a disposizione a livello europeo maggiori fondi per la ricerca, in modo da sviluppare nuove tecnologie, nuovi materiali, al fine di rinnovare i trasporti, le infrastrutture, trovare nuovi metodi per la produzione dell’energia, efficienti e rispettosi per l’ambiente e anche nuove tecnologie in campo medico; tutto ciò garantirebbe una qualità e una speranza di vita sempre maggiore, oltre che renderebbe l’Europa più competitiva e all’avanguardia rispetto alle altre potenze mondiali.

Fabio Varallo

2° - La tolleranza e l'uguaglianza

La tolleranza e l’uguaglianza sono principi fondamentali che devono essere presenti in una comunità affinché essa sia accogliente e pacifica. Ciascuno di noi merita di vivere la propria vita senza nessun turbamento e senza la paura di essere aggredito verbalmente o fisicamente solo per il colore della pelle, la fede religiosa o per il paese di provenienza. Inoltre ogni persona ha il diritto di fare il lavoro che desidera e questo non può essere condizionato da nulla se non dalle proprie abilità.

Roberto Lanzillotta e Luca Seghetti

3° - Maggiore tutela della persona e salute mentale

Il mondo, con tutti i suoi Paesi e i suoi abitanti, non è costituito da macchine da lavoro, ma da persone, ognuna con la propria vita e i propri problemi. Proprio per questo motivo bisogna prestare attenzione a tutti quanti, e fare il possibile per aiutarli.

Federico Galli

4° - Unità dei governi

L’Unione Europea, come citato nello stesso nome, ha lo scopo di unire e fortificare le nazioni presenti nel Vecchio Continente per una qualità di vita  migliore. L’unità dei governi, nonostante ci sia già una parziale unità governativa grazie alla Commissione Europea e al Parlamento Europeo, è un passo importante per l’Europa che la aiuterebbe a formare una vera unione di Stati, governati da un unico sistema governativo centrale. Inoltre l’unità governativa gioverebbe all’Unione poiché la trasformerebbe in una confederazioni di Stati potenti (come l’Italia, la Germania, la Francia, La Spagna ed altri) che permetterebbe una nuova e maggiore potenza a livello continentale e globale, avendo idee politiche simili tra i vari stati membri.

Claudio Merli, Ana Maria Moraru e Sveva Gambuzzi

5° - Tutela dell'ambiente

Alcuni elementi per la tutela dell’ambiente potrebbero essere l’inserimento di più punti SMAT e di raccolta differenziata, l’utilizzo di piatti, posate e bicchieri in carta e ceramica o metallo nelle mense e buste di stoffa o carta per la spesa. Promuovere inoltre attività nei parchi e nei luoghi aperti dove non è necessario riscaldamento e illuminazione, fare più piste ciclabili e infine favorire l’utilizzo delle fonti rinnovabili come sorgente di energia.

Tutela il tuo presente e proteggi il tuo futuro!

Anna Ambrosini, Filippo Corso e Virginia Ferrero

La tutela dell’ambiente è un dovere di ciascuno di noi ed è necessario che ognuno faccia la sua parte.

Le città dovrebbero aumentare il numero delle aree verdi e ingrandire le preesistenti, inoltre dovrebbero moltiplicare le piste ciclabili e incentivare i mezzi di trasporto pubblici per diminuire l’utilizzo delle auto.

Bisognerebbe anche spingere le persone ad acquistare macchine ibride o elettriche.

Vorremmo a breve vedere in circolazione nelle città europee UNICAMENTE  veicoli sostenibili e biciclette.

Federico Sessa e Gianluca Trucco

6° - Tutela del lavoro

Il lavoro è estremamente importante per l’Italia, essendo uno dei suoi pilastri fondamentali. Per migliorare l’efficienza del lavoro e del lavoratore è necessario tutelarlo. Per esempio diminuire il rischio di infortuni e morti sul lavoro, così da garantire sicurezza in ogni situazione. Bisogna anche diminuire la differenza e l’ineguaglianza, spesso presente in ambito lavorativo. Bisogna inoltre rendere la possibilità di lavorare accessibile a tutti, superando le differenze sociali dell’individuo per garantire a tutti la possibilità di avere successo nel campo lavorativo.

Vittorio Ferrari

7° - Valorizzazione delle differenze

Le differenze ci rendono unici, danno vita, colore, emozioni, ci caratterizzano. Da sempre l’uomo ha avuto paura della diversità, ma dovrebbe cercare invece, di valorizzarla e tutelarla, poiché l’uomo è tale in quanto diverso.

“Essere diversi non è una cosa né buona né cattiva, significa semplicemente che si è abbastanza coraggiosi da essere se stessi” Albert Camus

Sara Comune

8° - Istruzione ed educazione per tutti

Una prerogativa per una vita migliore e per raggiungere uno sviluppo intellettuale è una buona istruzione. Essa non deve essere un privilegio riservato a pochi, ma un diritto per sviluppare la propria cultura e stare al passo con il mondo che ci circonda; proprio per questo è necessario che tutti possano ricevere un’educazione.

Francesca Gillone e Cristinel Sirbu

L’istruzione e l’educazione per tutti sono alla base di una società funzionante.

Devono essere accessibili a tutti: è solo attraverso di esse che il mondo può evolversi, costruendo le basi di un progresso inclusivo e sostenibile.

“L’istruzione è l’arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo”

– Nelson Mandela

Alessandro Della Giovanna, Matteo Carbone e Camilla Gallia

9° - Gestione del turismo

La gestione del turismo si basa sull’accoglienza verso i visitatori stranieri  che devono sentirsi a casa propria e allo stesso tempo potersi arricchire culturalmente. L’accoglienza deve avere come scopo secondario la promozione del Paese che deve essere visto nel miglior modo possibile dai turisti.

Il turismo e poi una delle principali risorse economiche, in un continente ricco di attrazioni artistiche e naturali come l’Europa. E’ perciò indispensabile, oltre ad una buona accoglienza, agevolare e incentivare i turisti a scegliere i nostri bellissimi paesaggi e territori.

L’Europa dovrebbe inoltre favorire il turismo sostenibile, cercando di limitare quello nocivo, che nel corso degli anni va ad intaccare e a distruggere quelle stesse attrazioni naturali che ci caratterizzano e che da sempre catturano l’interesse delle persone di tutto il mondo.

Camilla Gallia e Marianna Griffa

10° - L'Europa dei giovani. Creazioni di opportunità e stimoli per i giovani

Alcune famiglie non riescono a sostenere economicamente l’educazione dei propri figli, lo Stato perciò dovrebbe fornire un sostegno importante per finanziare l’istruzione dei propri giovani.

Lo Stato dovrebbe inoltre tutelare quelle che sono le passioni dei giovani e aiutarli il più possibile a coltivarli con eventi e attività interessanti.

Come affermava Aristotele: “I giovani sono fiduciosi perché non hanno avuto ancora il tempo di essere ingannati”, perciò sarebbe opportuno che gli Stati Europei mantengano la loro fiducia e li sostengano nel modo migliore.

Francesca Gillone e Cristinel Sirbu

L’Europa senza orecchie, l’Europa che non ascolta, l’Europa che forse ascolta, se le necessità gliele si urlano addosso. Farsi sentire è una duplicità di diritto e dovere; le nostre voci diventano un unico appello all’Europa, la nostra Europa. Ora è il momento di ascoltare.
 Giada Colloca e Sara Comune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *