22 maggio 2022, Cronache, Salone del Libro 2022

Corpi minori: liberi di desiderare


Caterina Gili, Emanuela Idotta, Redazione Liceo Alfieri


Oggi, domenica 22 maggio 2022, presso la Sala Magenta del Salone Internazionale del Libro di Torino si è tenuto l’incontro con Jonathan Bazzi, autore di Corpi Minori, il suo nuovo romanzo. Sul palco a presentarlo era presente Josephine Yole Signorelli alias Fumettibrutti, fumettista e attivista italiana. 

L’autore inizialmente ha chiarito la scelta del titolo, il cui significato è da ricercare nell’astronomia: i corpi minori sono i corpi celesti più piccoli. Tramite questo concetto, Jonathan allude a tutti coloro che “si sentono periferici”, perché hanno un vissuto di marginalizzazione e di inferiorità. Inoltre, con questo titolo lo scrittore sposta il focus sul desiderio: i corpi minori ruotano intorno all’oggetto desiderato con cui si instaura una dinamica gerarchica. Se da un lato il desiderio è ciò che mantiene in vita, dall’altro può annientarci, spingendoci a compiere azioni poco edificanti. 

Il romanzo concentra la sua attenzione su una fascia di età poco presa in considerazione: il decennio dai venti ai trent’anni, in cui viene avvertita la necessità di superare la dipendenza dalla famiglia per trovare un proprio posto nel mondo. La difficoltà risiede nella ricerca dell’equilibrio tra la propria dimensione interiore e quella che offre il mondo esterno. In questo periodo della vita si può incorrere così in quella che viene definita “la crisi del primo quarto di vita”.  

Tale passaggio risulta ancora più complesso se si considera l’influenza che i media e la politica hanno sulle nostre vite. Siamo gravati dal sentirci in dovere di prendere sempre una posizione precisa circa gli eventi che si verificano intorno a noi. Jonathan, a questo proposito, dichiara che l’artista non persegue la necessità di schierarsi. Nonostante ciò esprime il suo punto di vista, offrendo una prospettiva differente, dettata dalla sua creatività. Questa gli permette di essere libero e di svincolarsi dalla colpevolezza di contraddire le sue precedenti convinzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.