18 ottobre 2021, Cronache, Salone del libro 2021

Autori in transito


Caterina Gili, Chiara Massari, Liceo Alfieri Torino


Un insieme di autori ha racchiuso all’interno di piccoli libri storie di vita sia personali sia immaginarie durante l’ultima giornata del Salone.

Alternandosi nella presentazione, in pochi minuti sono riusciti a mettere in luce le tematiche principali dei rispettivi libri.

La prima è quella del dolore presentata dalla scrittrice Annamaria Buroni nel libro L’abito per Berlino che insegna la ricerca di una via d’uscita dalle sofferenze. Anche l’autore Fabrizio Prina tramite il libro La bottiglia tratta dei dolori della guerra collegandosi a una vicenda familiare: nella notte del 13 luglio 1943 per via di un bombardamento ha perso i nonni e lo zio; l’unica sopravvissuta fu sua madre, la quale si è portata dietro negli anni una bottiglia ricca di testimonianze della storia. Questa è presente anche in altri autori come Caterina Galizia che ha cominciato a scrivere poesie per rimediare ai disastri della guerra con la fantasia, o come Sergio Cati che nel suo romanzo pseudopoliziesco Intrigo romano tratta della vendita illegale di reperti archeologici facendo riferimento alla storia di Annibale, inserendo così elementi culturali. Questi emergono in L’amore non basta scritto da Domenica Alati che dà importanza alla cultura africana, ricca di tradizioni. Oltre al passato, alcuni autori si sono focalizzati sull’attualità e soprattutto sul particolare periodo di pandemia. Peppetta Maestrelli in Prima dell’iphone ha raccontato di una telefonata immaginaria avuta con il padre da tempo in paradiso, a cui ha spiegato la situazione che si stava vivendo sulla terra. Invece, Andrea Cambi in Il covid dei Millennials ha riflettuto più sui problemi dei giovani che durante la pandemia sono stati posti in secondo piano.

Inoltre è stata data importanza anche alla presentazione di libri per bambini di Mariadonata Ciceri con Re pacioccone nel quale aiuta i bambini a formarsi un giudizio proprio evitando di ricevere passivamente ciò che gli adulti dicono, e di Andrea Nicita con Rossano impara a volare e Il furto delle nuvole, particolarmente di rilievo per le sue illustrazioni.

Infine altri due autori, Agostino Pugliese e Daniela Monachesi, attraverso le loro poesie si sono incentrati sul tema della vita e sull’umanità.

La varietà delle loro tematiche ha fornito al pubblico in sala un’ampia scelta di libri dai quali imparare diverse lezioni di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *