L’informazione su internet, per quanto immediata e fruibile, è spesso distorta, dando origine al fenomeno delle fake news. Di questo meccanismo si sono occupati, nell’ambito del progetto “Vai alla Fonte!”, Mario Deaglio, Consigliere del centro Einaudi, Céline Micheletti, dirigente tecnico dell’Ufficio Scolastico Regionale e Alberto Barberis, membro dell’Unione Industriali di Torino. L’obiettivo, secondo l’ideatore Massimo Potì, è quello di sviluppare nei ragazzi consapevolezza e senso critico verso l’informazione on-line. Infatti i protagonisti dell’evento al Salone del Libro ieri mattina sono stati gli alunni delle classi I B e I F dell’Istituto “G. Natta” di Rivoli, che hanno sviluppato un percorso di analisi qualitativa di alcune testate on-line, valutandole ed esprimendo un giudizio il più possibile oggettivo e imparziale.

Michele Corio IV M Giulia Piccoli IV T, Liceo Ariosto Ferrara