una_vita_intera_02Un viaggio interiore nella vita di un uomo: è questa, in estrema sintesi, la trama del libro di Robert Seethaler “Una vita intera”, presentato venerdì pomeriggio dall’autore tedesco al “Baricole showroom occhiali Vanni e Derapage” di piazza Carlo Emanuele II in occasione del Salone Off 2015.

Il protagonista, Andreas Egger, è criptico e particolare; il racconto ha una durata di 78 anni e ha origine dalla difficile infanzia del personaggio, priva di amore, profondamente segnata dalla sua afasia e da una malformazione fisica. La vita martoriata di Andreas lo porta ad avere una visione più ampia del mondo grazie al mantenimento di quell’ingenuità (intesa come apertura mentale,  ndr) caratteristica dei bambini, che sanno apprezzare ciò che è bello. E la bellezza secondo l’autore è puramente soggettiva.

I temi toccati sono molti e vari. Uno dei più importanti  è senza dubbio l’amore, infatti il protagonista vive una storia con Marie, l’unico personaggio femminile del libro; la relazione tuttavia non funzionerà, ma il dolore farà crescere entrambi. Per superare la perdita Andreas si arruolerà volontariamente: ecco che qui viene toccato un altro argomento, quello della guerra.

“Una vita intera” è, come ha detto l’autore stesso, la semplice storia della vita di un uomo; non pretende di dare una morale o un messaggio: le interpretazioni sono molte e a discrezione dei lettori. Robert Seethaler ha ironicamente aggiunto che spesso si stupisce di come i suoi lettori trovino nel suo libro metafore che lui neanche aveva immaginato.

Con il suo humor e la sua gentilezza l’autore è riuscito senza dubbio a conquistare il pubblico, e non riesce difficile pensare che il suo ultimo scritto sia stato eletto libro dell’anno dai librai tedeschi nel 2014.

Carlo Patrone – Liceo cattaneo