Oggi si è tenuto al Salone del libro la presentazione della nuova opera teatrale di Marcus Ivaskevicius ”Madagascar”.

La vocazione teatrale dell’autore nasce in modo casuale quando un giorno, passeggiando per le vie delle sua città, nota l’insegna di un’opera teatrale il cui attore aveva il suo stesso nome.
Il linguaggio dell’opera è letterario, antico e non moderno, suscita così il panico del cast teatrale e del regista Rimes Tuminas.

A trattare del libro la critica teatrale Laura Bevione e a recitare parti della commedia Stefano Moretti, Stella Piccioni e Annalisa Salis.
Il protagonista, Scherzo, cerca di trasferire l’intera Lituania sull’isola del Madagascar del primo dopoguerra. Tenta così di raccontare la storia di un’utopia, tanto originale quanto irrealizzabile sullo sfondo di una storia d’amore tra Sale ed il protagonista.
Lei rappresenta una celebre poetessa lituana, donna forte, vistosa e molto influente durante quel periodo, di nome appunto Sale.
Scherzo tenta in diversi modi  di colonizzare questa terra ignota convincendo gli abitanti neri, chiamati dai bianchi ”barbari” e ”selvaggi”, di battezzare la loro isola ”Lituaniscar” perchè sarebbe diventata la nuova patria lituana.
Infine il protagonista si salva fuggendo negli Stati Uniti.

Questa opera è stata messa in scena per ben trecento volte dalla compagnia teatrale ”Gli incauti”. Marcus conclude dicendo che la sua opera è considerata in Lituania come una tragedia, mentre in Italia come una commedia.

Daniele Alessi e Virginia Argondizza
Liceo Classico Vittorio Alfieri