Zita Dazzi, autrice di Luce dei miei occhi, oggi ci ha presentato questo bellissimo romanzo, che pur raccontando una storia di quotidianità, ci emoziona.
Arturo e Giovanni hanno genitori che litigano spesso, anche se non davanti a loro. Ma presto succede qualcosa che li fa riavvicinare: Giovanni, il figlio più piccolo, sviluppa un modo tutto suo per non vedere la realtà. Ed è proprio questa cecità che riunirà tutta la famiglia e che permetterà ai due fratelli di essere di nuovo felici.

Sofia, la migliore amica di Arturo, gli è sempre vicino e gli fa capire, con i suoi “occhi pieni di luce”, che non bisogna mai smettere di sorridere. E assieme a Nuvola, la cagnetta dei protagonisti, riuscirà a riportare la serenità in famiglia. L’autrice, infatti, ama molto i cani perché danno soddisfazioni incredibili anche se sono molto impegnativi e richiedono molte cure.

Il messaggio che Zita vuole trasmettere ai lettori è di non avere paura di fronte a nulla. Consiglia inoltre a tutti i ragazzi di leggere i libri di Roald Dahl e di non stare continuamente davanti al PC e alla televisione ma di viaggiare, conoscere nuove persone e mantenere viva la curiosità anche nei confronti delle piccole cose.

E’ stato un incontro interessante e l’autrice ha  risposto con spontaneità anche alle domande più bizzarre. Luce dei miei occhi è un libro profondo che con semplicità affronta temi sociali di grande impatto e ci fa capire che c’è sempre una luce pronta a guidarci nell’oscurità.

Questa è l’intervista che abbiamo realizzato: http://www.youtube.com/watch?v=sh6SYWJl-CQ&feature=plcp

Ginevra & Darida

Redazione Fuorilegge, 3^H, SMS Peyron-Fermi