Chiara Volpato è intervenuta oggi al Salone del Libro per esporre le sue tesi derivate dai suoi studi riguardo la psicologia sociale.

L’intervista è stata fatta a Chiara dalla giornalista e scrittrice Loredana Lipperini. Durante l’incontro sono emersi quelli che sembrano essere gli argomenti più cari alla psicologa italiana, ovvero gli argomenti riguardanti la Deumanizzazione.

Per deumanizzazione viene inteso il processo psicologico e sociale – che accompagna molte situazioni e comportamenti – tramite il quale si sottrae l’umanità all’altro.

Chiara Volpato cerca di avvicinarsi al meglio a questo concetto tramite un esempio, che vede protagonisti l’Homo Sapiens e l’uomo di Neandertal in quanto tutti, anche nel mondo scientifico, credono che l’uno abbia delle carenze rispetto all’altro.

Questo proceso facilita la discriminazione e la violenza. Parlando di violenza viene affrontato anche il tema del razzismo. Il razzismo priva l’essere umano di ogni tipo di razionalità trattandolo come una bestia, il concetto appare chiaro nel libro di Primo Levi “Se questo è un uomo”.

Ultimo concetto evidenziato è quello dell’oggettivazione, trasformare la persona in oggetto. In questi casi l’individuo viene trattato come una cosa usata nel solo momento del bisogno personale. Anche in questo caso si può sfociare nel razzismo e ritrovare riferimenti in Primo Levi che ci mostra come i nazisti non parlassero di uomini nei campi di concentramento ma di “pezzi”.

L’oggettivazione fa si che l’individuo diventi una merce di scambio, così come gli schiavi o le prostitute.

Le donne, infatti, sono spesso oggetto di piacere per gli uomini e vengono viste prima di tutto per il loro aspetto.

Un momento della storia in cui viene trovato molto il fenomeno del maschilismo è il colonialismo, dove i conquistatori annullavano ogni tipo di dignità altrui.

Tutti questi processi vengono collegati alla chiusura mentale che caratterizza l’uomo influenzato dai social e da tutto ciò che la tecnologia gli mostra.

Rebecca De Bortoli e Andrea Cataldi, Liceo Classico Vittorio Alfieri