Sette scuole primarie e secondarie di primo grado, dodici secondarie di secondo grado, dieci scuole carcerarie tra quelle regionali e quelle nazionali e il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Torino, apriranno le porte a 30 scrittori, giornalisti e intellettuali. Entra nel vivo della programmazione il percorso didattico proposto dalla 17° edizione di “Adotta uno Scrittore”, l’iniziativa del Salone Internazionale del Libro sostenuta dall’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte in collaborazione con la Fondazione con il Sud, il Cesp (Centro studi scuola pubblica – Rete nazionale delle scuole ristrette) e il Provveditorato Amministrazione Penitenziaria per il Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta che avvicina studenti e studentesse alla lettura.

I giovani che partecipano ad ‘Adotta uno scrittore’ hanno una grande opportunità: quella di appassionarsi alla lettura e alla cultura, due strumenti fondamentali per essere liberi e poter scegliere che cosa diventare – afferma il Presidente dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte Giovanni Quaglia –. L’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte è da sempre al fianco di questo progetto, perché fa crescere nuovi semi di sapere, dialogo e bellezza nelle scuole e in alcuni luoghi-simbolo di fragilità e marginalità, come gli istituti carcerari, in modo che il valore della lettura possa coinvolgere anche chi è più in difficoltà”.

In ordine cronologico, ecco gli abbinamenti tra autori e gli istituti scolastici: Ezio Mauro, direttore de “La Stampa” dal 1992 al 1996 e de “la Repubblica” dal 1996 al 2016, autore di La felicità della democrazia con Gustavo Zagrebelsky (Laterza, 2012), Babel con Zygmunt Bauman (Laterza, 2016), L’anno del ferro e del fuoco. Cronache di una rivoluzione (Feltrinelli, 2017) e L’uomo bianco (Feltrinelli, 2018), incontrerà gli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Bosso-Monti di Torino, a seguito del primo incontro del 5 aprile, martedì 16 aprile.

Ad Asti inaugura invece lunedì 8 aprile l’adozione di Kalina Muhova presso la Scuola Media Maggiora Vergano di Refrancore, che proseguirà martedì 9 aprile e martedì 7 maggio. Illustratrice bulgara che da anni vive in Italia, dove ha frequentato l’Accademia Nazionale di Belle Arti di Bologna, è co-fondatrice del collettivo di autoproduzione Brace. Con Tunué ha pubblicato nel 2018 il graphic novel Sofia dell’Oceano, scritto da Marco Nucci. Nello stesso anno le sue opere sono state selezionate per la mostra internazionale della Children’s Book Fair di Bologna.

Sarà invece il giornalista e scrittore Mario Calabresi, già direttore de La Stampa e di Repubblica, autore di Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa (Mondadori) a essere adottato dall’Istituto Istruzione Superiore “Saluzzo-Piana” all’interno della Casa di Reclusione “San Michele” di Alessandria per due appuntamenti, i martedì 9 aprile e 16 aprile.

Autore di racconti, reportage, inchieste, poesie e romanzi, Paolo di Stefano è stato adottato dall’Istituto Comprensivo “Padre R. Baranzano” di Serravalle di Sesia (Vercelli) per gli incontri in programma i martedì 9 e 16 aprile. Inoltre, il 16 aprile proseguono le adozioni di Lorenzo Marone, avvocato e autore, tra gli altri, de La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015), Cara Napoli (Feltrinelli, 2018), e di Andrea Pomella. Il primo incontrerà i ragazzi dell’Istituto Tecnico Economico “E. Caruso” presso la Casa circondariale Secondigliano di Napoli, mentre il secondo incontrerà gli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale di Settimo Torinese e concluderà il percorso il 30 aprile.

Martedì 9 aprile Marina Mander, autrice de L’età straniera con cui è entrata nella “dozzina” del Premio Strega 2019, concluderà il percorso iniziato il 2 aprile assieme agli studenti del Liceo Classico Massimo D’Azeglio di Torino, mentre Marco Lupo del collettivo di scrittori TerraNullius, autore di un romanzo d’esordio, tra Bolaño e Sebald, Hamburg (il Saggiatore), è stato adottato dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Aimone Cravetta” di Savigliano, per due incontri in programma martedì 9 e 30 aprile.

Le adozioni previste per mercoledì 10 aprile sono invece le seguenti: Giorgio Fontana, autore dei romanzi Per legge superiore (2011) e Morte di un uomo felice (Premio Campiello 2014) e Un solo paradiso (2016), che si recherà al CPIA 1 all’interno della Casa Circondariale Lorusso Cotugno di Torino, concludendo il percorso mercoledì 8 maggio; Laura Calosso, giornalista e scrittrice di origine astigiana che nel suo nuovo romanzo Due fiocchi di neve uguali mette in scena con grande delicatezza una generazione di ragazzi brillanti, sensibili, che per motivi diversi si trovano a vivere momenti di profonda difficoltà, incontrerà gli allievi dell’Istituto d’Istruzione Superiore Galileo Ferraris di Trino a Vercelli. L’incontro conclusivo è in programma lunedì 15 aprile, giorno in cui si svolgerà il secondo incontro dell’adozione di Maurizio Fiorino presso l’Istituto Istruzione Superiore “Giulio Natta” di Rivoli, che si concluderà il 3 maggio.

Ritornando a mercoledì 10 aprile, a Spoleto sarà Ascanio Celestini, una delle voci più note di teatro di narrazione in Italia, a iniziare il percorso con gli allievi dell’Istituto di Istruzione Superiore “Sensi-Leonardi-Volta” presso la Casa di Reclusione di Maiano-Spoleto. Gli altri due appuntamenti sono in programma giovedì 11 e venerdì 12 aprile. Mercoledì 10 e giovedì 11 aprile si svolgono invece gli incontri con Vanessa Roghi, storica e docente di Storia contemporanea all’Università di Roma Tre e di Storia e TV alla Sapienza di Roma, adottata dal CPIA 3 all’interno della Casa di Reclusione di Asti, mentre Daniele Bergesio, esperto di comunicazione in ambito social, che tra un tweet, un post, qualche racconto e molta musica suonata, da alcuni anni scrive anche storie per bambini, tra le quali Favole Turbo (Leima 2016), Una partita in ballo (Giralangolo 2017) e Il Mago Borbotti (Leima 2018), è l’autore adottato dall’Istituto Santorre di Santarosa di Savigliano (gli altri due incontri si svolgeranno mercoledì 17 aprile e 8 maggio). Raffaele Riba, tra i curatori di scrittorincittà, rassegna letteraria che si svolge a Cuneo, editor e docente presso la Scuola Holden, oltre a autore di romanzi, tra cui, Un giorno per disfare (66thand2nd, 2014), e La custodia dei cieli profondi (66thand2nd, 2018), è stato adottato dal Liceo “E. Amaldi” di Novi Ligure (Alessandria). Il primo incontro si terrà il 10 aprile, gli altri due mercoledì 17 aprile e giovedì 2 maggio.

Giovedì 11 aprile le adozioni proseguono con Marta Baroni, autrice e illustratrice che nel 2011 fonda la sua etichetta indipendente Tentacoli, che incontrerà gli studenti della Scuola primaria “Pietro Baricco” di Torino per tre incontri che proseguiranno anche lunedì 29 aprile e giovedì 2 maggio. Restiamo ancora a Torino dove l’Istituto Comprensivo Alberti ha adottato Cristiano Cavina, scrittore che come pochi si è nutrito fin da piccolo delle storie e dei racconti dei vecchi al bar, molti dei quali confluiti nei suoi romanzi: la sua infanzia in Alla grande e Un’ultima stagione da esordienti; l’epopea di Nonna Cristina in Nel paese di Tolintesàc; la sua storia di figlio senza padre e di padre fuori dagli schemi nei Frutti dimenticati. L’autore dialogherà con gli studenti lunedì 15 aprile e martedì 7 maggio. Sempre lunedì 15 prende il via il percorso tra Cristina Portolano, autrice che, tra gli altri, ha pubblicato disegni e illustrazioni sui volumi Storie della buonanotte per bambine ribelli edito in Italia da Mondadori, e gli studenti della Scuola Primaria IC Costigliole di Asti (ultimo incontro martedì 16 aprile). Sarà invece Nadia Terranova, autrice di diversi libri per ragazzi, tra cui Bruno il bambino che imparò a volare (Orecchio Acerbo 2012) e Casca il mondo (Mondadori 2016), tradotta in francese, spagnolo, polacco, lituano e collaboratrice de «La Repubblica» e altre testate, a incontrare gli allievi della Casa Circondariale di Saluzzo – Istituto di Istruzione “G. Soleri-A. Bertoni” per due incontri in programma martedì 16 e mercoledì 17 aprile.

Sempre il 17 aprile prende il via l’adozione di Beatrice Masini presso la Scuola Media Don Minzoni-Gramsci di Collegno, dove incontrerà la classe anche l’8 e il 10 maggio. Usciamo dal confine regionale e ci spostiamo a Palermo, al CPIA 1 presso la Casa di Reclusione “Calogero di Bona-Ucciardone” dove sarà Evelina Santangelo, che per Einaudi ha pubblicato, tra gli altri, Senzaterra (2008), Cose da pazzi (2012) e Non va sempre così (2015), a incontrare gli allievi per tre incontri in programma, dopo il primo tenutosi venerdì 29 marzo, mercoledì 17 aprile e giovedì 2 maggio.

Il mese di maggio comincia con altre adozioni. Giovedì 2 è la volta di Davide Coltri, da sempre coinvolto in progetti di istruzione nelle situazioni di emergenza, come testimonia la sua permanenza in Iraq per assistere rifugiati siriani e sfollati iracheni in fuga dall’Isis, in Darfur, in Sierra Leone, in Turchia a coordinare le organizzazioni umanitarie durante l’assedio di Aleppo e infine nel nord est della Siria. Da queste esperienze sono nate le storie contenute in Dov’è casa mia. I suoi incontri si svolgeranno presso il Liceo musicale Ego Bianchi di Cuneo anche martedì 7 e mercoledì 8 maggio. Sempre il 2 maggio Francesca Diotallevi, autrice de Le stanze buie, Amedeo, je t’aime e il racconto pubblicato in e-book Le Grand Diable, prequel di Dentro soffia il vento, è stata adottato dalla Scuola Apro Formazione Professionale di Alba e incontrerà gli studenti anche il giorno dopo, venerdì 3 maggio, data in cui comincia l’adozione di Cristina Cattaneo, professore ordinario di Medicina Legale presso l’Università degli Studi di Milano e direttore del LABANOF (Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense). Attualmente coinvolta nell’identificazione dei naufragi di Lampedusa morti in mare il 3 ottobre 2013 e il 18 aprile 2015, incontrerà gli studenti dell’Istituto G.C. Faccio di Vercelli e condurrà con loro un percorso a partire da questi temi “caldi” e dal suo ultimo libro Naufraghi senza volto che si concluderà lunedì 6 maggio.

Lunedì 6 e martedì 7 maggio si svolgerà inoltre l’adozione di Alessandro Bertante, narratore e saggista, fra i cui romanzi ricordiamo Al Diavul (2008 Marsilio), Nina dei lupi (2011 Marsilio), Estate crudele (2013 Rizzoli), e Gli ultimi ragazzi del secolo (2016 Giunti), presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Gae Aulenti” di Biella.