Tag "SaltoExtra"

C’era una volta il Salone Internazionale del Libro

Negli ultimi mesi tutto è cambiato, ed è cambiato così velocemente che non abbiamo avuto il tempo di dirgli “addio”. E così, c’era una volta il Salone Internazionale del Libro, affollato, rumoroso, emozionante. La frenesia che spesso odiavamo viene raccontata con un po’ di melanconia dalle generazioni di bloggers che l’hanno conosciuta. Il video finale del SalToEXTRA di quest’anno non è fatto delle solite “papere” dei bookbloggers, ma viene dal

Poivorrei ancora e per sempre il Salone

“Vorrei, vorrei, stare insieme a te, così, per sempre” cantava qualche anno fa la band di 50 special, i Lunapop. Unita a un po’di tipica melodia italica, questa canzone oggi suona ancora più malinconica e amara. Da un giorno all’altro la vita è cambiata radicalmente e sono tante le cose che vorremmo di nuovo: abitudini, attimi, oggetti, persone, emozioni ritenute una volta scontate, ora riscoperte essenziali.   Solo una settimana

Gifuni e il serio gioco del teatro

Nell’ultima serata dell’edizione del Salone Extra è intervenuto Fabrizio Gifuni, brillante attore e regista teatrale italiano. «Il gioco è la più seria delle attività umane» queste sono le parole con cui Gifuni ci spiega l’importanza del teatro, in particolare quello occidentale, nato ad Atene nell’antica Grecia, per poter affrontare le sfide estreme del nostro tempo. Gifuni rivela di essere stato colpito da due racconti: Edipo re di Sofocle e la narrazione dell’incontro tra Solone

Salone Amarcord…Un giorno di ordinaria redazione

Il Salone ti dà tanto e ti chiede tanto. Quando ti trovi sul fatidico treno, direzione Torino, sai semplicemente che dovrai assistere agli eventi del Salone del Libro e scrivere articoli per il Bookblog. È solo quando ti svegli il giorno successivo che realizzi che è tutto vero, che sei in una nuova città e che quella che ti attende è in tutto e per tutto un’avventura. La prima sfida

Corona Game

Alessandro Baricco, notissimo intellettuale torinese, scrittore, saggista e fondatore della Scuola Holden di Torino, è stato ospite nell’ultima giornata del Salone Extra 2020. Il periodo di emergenza globale che stiamo affrontando viene definito da Baricco un “momento di prudenza, ma anche di audacia”. L’audacia di cui parla non è soltanto un sinonimo di coraggio, inteso come capacità di affrontare il nemico senza paura, ma assume il significato  di “brillantezza intellettuale e genialità”. In

Arturo Brachetti e Il Piccolo Principe: un adulto con gli occhi di un bambino

«I bambini non sono degli adulti in miniatura. Sono gli adulti ad essere dei bambini un po’ cresciuti ma spesso non lo sanno». Questo è il senso della performance Il Piccolo Principe di Saint-Exupéry  interpretato da Arturo Brachetti, che si è svestito dai panni di trasformista per diventare poetico illustratore attraverso la sabbia. La storia narra di un piccolo principe, che abita in un universo lontano e sconosciuto, nell’asteroide B612, molto piccolo e

Come cambia il mondo letterario dopo il Covid-19

Continuando questa ultima serata del Salone Extra, i Perturbazione, noto gruppo musicale originario di Rivoli, si esibisce con i brani Io mi domando se eravamo noi e Buongiorno buonafortuna. La band tra le più importanti del pop-rock italiano, che è attiva dagli anni Ottanta, ha al suo attivo una decina di album e vanta una partecipazione al Festival di Sanremo del 2014, promuove il suo nuovo album di inediti Disamore, in uscita il 29 maggio 2020. Il

Leavante ed Espérance Ripanti al Salone del Libro: integrazione ed uguaglianza

Il 17 maggio 2013 presentò in anteprima al Salone del Libro di Torino il brano Alfonso e oggi, precisamente sette anni dopo, torna Levante  con  due brani Andrà tutto bene, colonna sonora di questi mesi, e Tikibombom, canzone presentata a Sanremo 2020. Così la giovane cantautrice siciliana ha aperto l’incontro, passando poi la parola alla giovane Espérance Ripanti, giovane scrittrice ruandese cresciuta in Italia, che ha esordito nel 2019 con il suo primo libro E

I nostri ricordi sono solo nostri?

“La lettura produce ricordi” è questa un’affermazione contenuta nel primo capitolo “Biografie scelte” del libro “Tutti i nostri corpi. Storie super brevi” dell’autore bulgaro Georgi Gospodinov. A leggere il passaggio per tutti gli spettatori e ascoltatori del Salone del Libro 2020 è Daniela di Sora, direttrice della casa editrice Voland e amante delle letterature dell’Europa Orientale.   Il capitolo letto dalla di Sora è la raccolta di una serie di

La democrazia come antidoto

Ezio Mauro è intervenuto sabato 16 all’edizione virtuale del Salone del Libro 2020 proponendoci una riflessione basata in parte sulla sua ultima pubblicazione Liberi dal male. Un’analisi sugli effetti che il virus ha avuto su noi stessi e sulla società tutta, come un’infezione propagatasi dagli organismi viventi anche al sistema sociale, politico ed economico.   Un secondo contagio, silenzioso e concettuale di cui il virus è attore e non solo