Tag "Pordenonelegge"

L’odio è più antico dell’amore

Quest’anno, ospite d’eccezione alla cerimonia inaugurale della 21^ edizione della Festa del libro con gli autori è il noto psicanalista Massimo Recalcati. Dopo una breve introduzione di rito da parte di personaggi di rilievo nell’ambito della promozione e della organizzazione del Festival quali Michelangelo Agrusti, Giovanni Pavan, Tiziana Gibelli e Andrea Martella, con la partecipazione del sindaco della città di Pordenone, Alessandro Ciriani , ha avuto inizio la conferenza del

Il formaggio e i vermi

Sabato 21 settembre in piazza San Marco si è tenuta l’inaugurazione della ristampa de “Il formaggio e i vermi” dopo 43 anni dalla prima uscita. Il presentatore Gian Paolo Gri ha introdotto il testo che, dopo essere stato tradotto in 27 lingue, ha dimostrato un carattere internazionale nonostante le radici del racconto siano friulane, nello specifico delle zone di Montereale e di Portogruaro. L’autore Carlo Ginzburg ha presentato il personaggio

Pordenone in giallo

Per cinque giorni nel mese di settembre la città si tinge di giallo: da 20 anni il festival di Pordenonelegge accoglie autori e lettori da ogni dove. La manifestazione fu ideata nel 1999 da Augusto Antonucci, presidente della Camera di Commercio di Pordenone, per far conoscere una città piena di potenzialità, che all’epoca era conosciuta solo per la sua importanza economica. Negli anni il festival si è evoluto e si

Leonardo da Vinci un artista oltre le apparenze

Venerdi 20 settembre, presso il Capitol Massimo Polidoro, stimolato dalle domande di Andrea Maggi, ha presentato il suo ultimo libro “Io, Leonardo da Vinci- vita segreta di un genio ribelle”. Lo scrittore cerca di far appassionare i piccoli lettori al grande e poliedrico artista che, con la sua vita, ha cambiato il mondo. Tramite alcuni aneddoti racconta l’intensa e feconda attività nei diversi campi in cui si è applicato, sempre

Oltre il Muro

Giovedì 19 settembre all’ interno della sala convegni si è tenuto l’incontro “Oltre il muro” organizzato da Pordenonelegge. La presentatrice Anna Vallerugo ha introdotto gli scrittori Stefano Zangrando e Mariapia De Conto, rispettivamente autori di: “Fratello minore” e “Il silenzio di Veronika”. Ciò che accomuna i due romanzi sono il periodo storico e l’ambientazione. Entrambi si sviluppano nella Berlino dell’89 che vide la caduta del Muro e che fa nascere

Giallo come colore della poesia

Giallo: un colore vivo come le raccolte di liriche dei tre giovani autori ospiti oggi all’incontro tenutosi alla Sala della Poesia. Stili diversi, visioni differenti, ma tutti e tre altamente convincenti nel proprio essere: sono Alessandro Bellasio, Maria Borio e Naike Agata La Biunda. Poeti della Gialla (iniziativa per la promozione dei giovani poeti della penisola curata da LietoColle e PordenoneLegge) presentano a Torino i loro nuovi lavori, dove l’anima

La banalità del male

Cosa succede quando ti ritrovi in un mondo che ti porta all’autodistruzione? Quando ti ritrovi un corpo che non è più il tuo, un corpo che non t’appartiene? Cosa succede quando vivi in un ambiente che ti considera un oggetto, un numero, una taglia? Victoire Maçon Dauxerre racconta a Massimo Cirri i tabù di un “mondo molto rappresentato, ma di cui si parla poco”, il cui fine primo dovrebbe essere

… in chiave comica

Diego De Silva, scrittore, giornalista e sceneggiatore italiano presenta, in occasione del festival Pordenonelegge, il suo ultimo romanzo Divorziare con stile (Einaudi 2017). Vincenzo Malinconico, avvocato di insuccesso che “campa di piccole cause”, si trova alle prese con due ordini di eventi: il risarcimento del naso rotto di uno “zio” ed un vero e proprio caso giuridico, una causa di separazione. La voce di Malinconico è fonte di riflessione: un

Tra realtà e finzione

Federica Manzon presenta Loredana Lipperini e Caterina Soffici, che propongono i loro due ultimi romanzi, rispettivamente L’arrivo di Saturno (edito da Bompiani) e Nessuno può fermarmi (edito da Feltrinelli). Entrambi i libri sviluppano la trama su piani diversi di realtà e finzione, Loredana crea un misto di generi che origina una storia inventata collegandosi in qualche modo alla realtà, mentre Caterina definisce il suo approccio letterario come un “raccontare un

Malvaldi: conoscere rende liberi (o quasi)

Pordenone, 16 Settembre 2017 Il palco del Palaprovincia accoglie Marco Malvaldi, scrittore, chimico ed ex ricercatore dell’Università di Pisa, che gestisce la conferenza autonomamente: da spalla, solo il suo vasto bagaglio culturale e l’empatia manifestata nel suo dialogo con il pubblico. Ed effettivamente l’ora è volata tra chiacchiere, domande, interazioni che hanno toccato temi di uno spessore non indifferente. La matematica ha di fatto rivestito il ruolo di massimo comune