Tag "daniela finocchi"

Concorso letterario Lingua Madre: radici e identità

Anche quest’anno Portici di Carta, giunto alla sua undicesima edizione, ha ospitato la presentazione del Concorso Letterario Lingua Madre: nato nel 2005, è una competizione che coinvolge le donne straniere residenti in Italia (da sole, in coppia o in gruppo) che, utilizzando la lingua d’arrivo (cioè l’italiano) vogliono raccontare e raccontarsi.  Il neonato concorso ha subito riscontrato un grande successo, ottenendo il sostegno della Regione Piemonte e del Salone Internazionale

Il cibo è donna

Letteratura, immigrazione, alimentazione, ambiente, donne. Queste cinque parole, a primo impatto tra loro sconnesse, sono l’argomento del progetto “Transnational Appetites: Migrant Women’s Art and Writing on Food and the Environment” dell’Università di Torino, organizzato dal Concorso letterario nazionale Lingua Madre. Una presentazione del progetto e riflessioni sul tema sono state l’argomento principale dell’incontro svoltosi oggi pomeriggio presso l’Arena Piemonte, con la partecipazione di tre ospiti e dell’ideatrice del Concorso Daniela Finocchi.

Donne dal mondo

Daniela Finocchi apre l’incontro dedicato al concorso “Lingua Madre”, allo spazio corner eventi, accompagnata da due giovanissime donne straniere, ciascuna autrice di un racconto che narra della sua storia e della sua terra madre. Per prima Sumaia legge un estratto del suo racconto, in cui affida alle parole di una nonna, malata terminale, il testamento spirituale al nipote. Da qui lo spunto per parlare della sua di storia: una ragazza

"E pensare che tutto è cominciato da qui…"

Nello Spazio Piemonte del Salone di Torino si è tenuta oggi la premiazione del VII Concorso Letterario Nazionale Lingua Madre. Ha aperto la conferenza Daniela Finocchi, giornalista, scrittrice e ideatrice del concorso, che ha ringraziato tutte le autrici, le partecipanti e le collaboratrici. Poi hanno preso la parola Michele Coppola, assessore della Regione Piemonte, che ha sostenuto l’importanza di questo progetto che celebra l’integrazione della nostra città con le altre