Tag "Concorso Letterario Lingua Madre"

Concorso letterario Lingua Madre: radici e identità

Anche quest’anno Portici di Carta, giunto alla sua undicesima edizione, ha ospitato la presentazione del Concorso Letterario Lingua Madre: nato nel 2005, è una competizione che coinvolge le donne straniere residenti in Italia (da sole, in coppia o in gruppo) che, utilizzando la lingua d’arrivo (cioè l’italiano) vogliono raccontare e raccontarsi.  Il neonato concorso ha subito riscontrato un grande successo, ottenendo il sostegno della Regione Piemonte e del Salone Internazionale

Lingua Madre: una proposta interculturale

Immancabile anche quest’anno è l’appuntamento con Lingua Madre: è un progetto permanente per donne straniere e italiane mosse dalla volontà di intrecciare dialoghi interculturali. Intervengono quest’oggi Luisa Giacoma, Elmar Schafroth, Daniela Maniscalco e Ramona Parenzan, tutti accomunati da esperienze nel campo del bilinguismo. La prima a prendere parola è Luisa Giacoma, linguista e docente a Dresda, Torino e Milano, nonché autrice di dizionari in lingua tedesca, e a partire dal

Il cibo è donna

Letteratura, immigrazione, alimentazione, ambiente, donne. Queste cinque parole, a primo impatto tra loro sconnesse, sono l’argomento del progetto “Transnational Appetites: Migrant Women’s Art and Writing on Food and the Environment” dell’Università di Torino, organizzato dal Concorso letterario nazionale Lingua Madre. Una presentazione del progetto e riflessioni sul tema sono state l’argomento principale dell’incontro svoltosi oggi pomeriggio presso l’Arena Piemonte, con la partecipazione di tre ospiti e dell’ideatrice del Concorso Daniela Finocchi.

Il calendario degli Incontri di Lingua Madre al Salone e al Salone Off

Il Concorso Lingua Madre – cui è dedicata una sezione speciale nel Bookblog – si interroga da anni su parole ed espressioni sempre più controverse: dal termine straniero/a, ai concetti quali l’appartenenza, l’identità, le radici. Pur volendo sottolineare il valore delle differenze e della differenza, oggi più che mai è importante aprire un dibattito, rimettere in discussione certezze e punti di vista, attraverso un confronto che coinvolga tutti/e. Ecco quindi