Tag "bookblog salone del libro"

La mamma è sempre la mamma

Pordenone, 16 Settembre 2017 Quante volte abbiamo desiderato una carezza, una frase di conforto, un bacio della buonanotte, un gesto di affetto anche inaspettato, non sollecitato?Quante volte abbiamo aspettato il ritorno della mamma dal lavoro, dalla spesa, dalla frenesia che ce l’ha sottratta quando l’avremmo voluta tutta per noi?Quei piccoli gesti che bastavano per sentirci al sicuro, protetti, amati, quella rabbia e quella delusione che ci pervadevano quando tardava nel

Malvaldi: conoscere rende liberi (o quasi)

Pordenone, 16 Settembre 2017 Il palco del Palaprovincia accoglie Marco Malvaldi, scrittore, chimico ed ex ricercatore dell’Università di Pisa, che gestisce la conferenza autonomamente: da spalla, solo il suo vasto bagaglio culturale e l’empatia manifestata nel suo dialogo con il pubblico. Ed effettivamente l’ora è volata tra chiacchiere, domande, interazioni che hanno toccato temi di uno spessore non indifferente. La matematica ha di fatto rivestito il ruolo di massimo comune

Poteri forti (o quasi)

Al Teatro Verdi di Pordenone si è svolto l’attesissimo incontro con Ferruccio de Bortoli, una delle colonne portanti del nostro giornalismo e di quello internazionale. L’ex direttore del Corriere della Sera, ha presentato il suo nuovo libro Poteri forti (o quasi), edito da La nave di Teseo, che raccoglie la storia italiana degli ultimi quarant’anni, mostrando tutti i retroscena della politica, del governo che ci ha guidato e che ci

L’adolescenza è così drammatica?

Pordenone, 15 settembre 2017 L’americana Jennifer Niven presenta il suo ultimo romanzo, L’universo nei tuoi occhi, a Pordenonelegge, davanti ad un vasto pubblico di adolescenti. Nel dialogo con Federica Manzon, grazie anche al prezioso aiuto dell’interprete, svela il segreto del suo inaspettato successo con i romanzi: l’empatia. Si immedesima nei panni dei propri spettatori e personaggi riponendo in entrambi la massima fiducia; fa sentire stimato il lettore riuscendo a coinvolgere

Web: tra realtà e letteratura

Pordenone, 15 settembre 2017 Il Ridotto del Teatro Verdi ospita, durante la terza giornata di Pordenonelegge, il confronto tra Federica Manzon, che presenta il suo terzo romanzo La nostalgia degli altri, e Federico Baccomo, con il suo quinto romanzo Anna sta mentendo. Due testi differenti in ambito stilistico ma molto affini in quello tematico. La capacità che li accomuna è saper raccontare e raccontarsi, abilità fondamentale nella letteratura e nella

La misteriosa morte di un collaboratore scolastico

Il romanzo Niente tranne il nome, edito da Garzanti, dell’autore e professore Andrea Maggi, è un giallo moderno ambientato in una scuola media di Pordenone e che ha come scopo descriverla in modo grottesco e ironico. Proprio qui avviene un delitto: ad essere ucciso è un collaboratore scolastico, che lo scrittore definisce “il più simpatico” e che per questo motivo decide “di far fuori”, pur essendo il personaggio più caricato,

Psicologia: Amore e Psiche

Uno degli ultimi appuntamenti del trentesimo anniversario del Salone del Libro di Torino è la presentazione del libro Amore e Psiche di Lino G. Grandi letto e commentato dall’analista Stefania Caudana. Non è un vero e proprio libro ma un manuale non soltanto per gli esperti in questione bensì per tutti coloro che incontrando altre persone, automaticamente compiono un viaggio con la mente. Affronta tematiche di ragionamento, rapporto, cultura e vita,

Confronto fra opposti: Baricco e Brokken

Nella Sala Gialla del Salone del Libro, nel pomeriggio del 19 maggio, si è svolto un dibattito fra lo scrittore torinese Alessandro Baricco e lo scrittore e giornalista olandese Jan Brokken. Faceva da intermediario fra i due il giornalista e ricercatore Marco Filoni che li ha intervistati con domande incalzanti alle quali i due hanno sempre risposto con prontezza e opinioni nettamente differenti. Da una parte un carattere sicuro e sfrontato, dall’altra la

Pennac docet

Lo scrittore Daniel Pennac in vesti di insegnante esordisce con una presa di posizione forte su come si trasmette la passione sulla lettura:“Un bambino che ha paura non capirà mai niente”, come testimonia il suo passato in cui gli veniva impedito di leggere; ora l’esatto contrario, poiché i nostri giovani sono costretti a leggere. Pennac è tassativo: la lettura non va imposta, ma bisogna stimolarne il piacere. L’immagine di suo