IMG_7405Il secondo incontro: io e i bambini di Cisterna, ormai, ci conosciamo. Nelle ultime due settimane hanno lavorato su tre «missioni speciali» e sono curiosa di vedere i risultati delle loro fatiche: i bambini di terza, con l’aiuto di genitori e nonni, sono andati alla ricerca di  una serie di parole intraducibili in italiano, pescate dal piemontese o da una lingua straniera; i bambini di quarta hanno scritto collettivamente un racconto che “andasse oltre i confini”; le quinte hanno pensato e disegnato un nuovo manifesto per il Salone di quest’anno. Sono stati tutti molto bravi!

Riprendiamo a leggere e a parlare, anche se questa volta c’è un ospite che ci distrae e ci intimidisce un po’: una videocamera, con un microfono piazzato sul pavimento, al centro del cerchio formato dalle sedie, a registrare le nostre parole. Ma basta un gioco – un telefono senza fili – e ci sciogliamo un po’. Il pomeriggio passa veloce e arriva il suono della campanella.studenti_dompe_3

Alla prossima volta, allora! Sarà all’inizio del mese di maggio, e si parlerà del mio libro, Spia. Le insegnanti mi hanno promesso che, se il tempo sarà dalla nostra, andremo nel boschetto vicino alla scuola. Le copie sono già arrivate, ma i bambini non lo sanno ancora, lo scopriranno più avanti, perché il libro è breve e si legge in fretta. Non vedo l’ora di parlarne con loro.

Mara Dompè

Mara Dompè è stata adottata dalla scuola primaria di Cisterna d’Asti.Anche le foto sono dell’autrice la ringraziamo anche per questo!

Leggi anche il resoconto del primo incontro tra la scrittrice e la scuola di Cisterna che la ha adottata

Leggi anche il racconto della maestra Giovanna Cravanzola sulla preparazione dell’incontro con la scrittrice