Giorni Selvaggi 2017

L’Oltrecuoco

Nella sala al piano superiore del ristorante “Hafastorie” regna un’atmosfera rilassata e morbida, saranno i sedili bassi ed i loro colori sgargianti, i larghi tavolini tondi e quasi buffi, l’aria orientaleggiante, il quieto chiacchierare del pubblico, i pochi rumori che vengono dalla strada. Si sta sta immersi in un’impressione di familiarità, quasi di una conversazione tra buoni amici più che di una presentazione o intervista: per neppure un attimo durante

Il fascino di Beethoven: l’ultima sinfonia

Ci troviamo al Goethe Institut, istituto di cultura tedesca che, in collaborazione con la Fiera del Libro di Francoforte e il Salone del Libro di Torino, oggi ospita il musicologo Giorgio Pestelli. L’occasione è un anniversario, che ci rimanda non a caso in Germania: settantacinque anni fa, infatti, la Filarmonica di Berlino suonava per la prima volta la nona sinfonia di Beethoven diretta da Wilhelm Furtwangler.   In un assaggio

Se un giorno ti diranno…

L’incontro è stato organizzato dall’associazione GeCO, di cui Lino Manfredi, presente in sala, è il responsabile. È stata fondata per aiutare figli omosessuali e i loro genitori ad affrontare la situazione. All’inizio si è proiettato il cortometraggio “Due volte genitori” del 2008, in cui si parlava delle storie di genitori che venivano a conoscenza dell’orientamento sessuale del proprio figlio. Essere omosessuali è difficile sia per i figli che devono fare

La guerra di Tolstoj spiegata da Barbero

L’elegante e moderna Pinacoteca Agnelli, a pochi passi dalla piccola grande città di carta che quest’anno è il Salone del Libro di Torino, ci ha ospitate venerdì 19 maggio per un incontro all’insegna della storia militare. Un tema ostico e apparentemente pesante: tuttavia, Alessandro Barbero, storico, scrittore e docente presso l’Università del Piemonte Orientale, l’ha saputo presentare con una passione travolgente che ha incantato i presenti fino all’ultimo minuto. Il

Storia della misteriosa Torino sconfinata nel noir

Nel bel mezzo della verde piazza Umbria, oggi, venerdì 19 maggio, ha avuto luogo l’ incontro con i rappresentanti delle associazioni di cultura e letteratura noir, provenienti da svariate regioni d’ Italia, dalla Mezzanotte al Mezzogiorno. Tali organizzazioni erano nate quasi tutte nei primi anni del duemila ed erano state accolte con un caloroso entusiasmo dai ragazzi di diverse scuole, innamorati dei generi gialli e thriller, la cui partecipazione aveva

Enrica Tesio, un uragano di allegria

Molteplici sono state le tematiche affrontate oggi , venerdì 19 Maggio 2017, in compagnia della trascinante e solare Enrica Tesio. Un blog, un romanzo indimenticabile, il lavoro da copywriter ma soprattutto la sua vita da mamma! Amichevole e spontanea come solo lei sa essere, ti trascina nel suo mondo e cattura le attenzioni di tutti semplicemente con un sorriso. In seguito  alla separazione dal marito ha creato il suo blog

Metafisica del viaggio

Paolo Rumiz parla senza microfono. Preferisce così, ci dice: è più intimo, la sala è piccola, i posti sono pochi, la sua voce non rimbomba. Arriva invece alle orecchie diretta e calma, come se avesse già cominciato a raccontare, e ascoltare viene naturale. Mette a suo agio il suo approccio: si sta zitti e buoni perché lo si vuole, senza necessità di sentirsi obbligati. E allora ci si accomoda e

Lavinia e il cyberbullismo

“Ci sono pochissimi racconti possibili, ma occorre che ciascuno racconti a modo suo, con circostanze differenti.” Jorge Luis Borges Forse è proprio grazie al messaggio di Borges che gli scrittori Luisa Mattia e Luigi Ballerini hanno deciso di regalarci la storia di Lavinia. Una storia in cui, come piace definirla agli autori, “non c’è niente di vero, ma è tutto vero”. Il tema che affronta il romanzo “Cosa saremo poi”,

Inciampando nella realtà

“Andiamo a fare due passi?”: è una domanda che possiamo considerare banale e a cui possiamo dare poca importanza. Invece, durante l’esperienza TOWALKABOUT abbiamo capito che una semplice passeggiata può essere trasformata in un vero e proprio dibattito stimolante. Walkabout fa parte del progetto Urban Experience, di cui il fondatore è Carlo Infante, che si articola in due tipi di interventi: l’ExperienceLab  e, appunto, il walkabout. L’ExperienceLab ha avuto luogo al

Il carcere: un posto da cui si esce migliori di quando si entra.

Anche quest’anno Freedhome ospiterà il SaloneOff: a partire da ieri il negozio ha iniziato a ospitare un ciclo di tre incontri, pensati in collaborazione con Monica Cristina Gallo e con il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria. Che cos’è Freedhome? Si tratta di un progetto molto interessante che ha riscosso un notevole successo a Torino, ma che tra i giovani è ancora poco conosciuto. Io, per esempio, ne ho scoperto l’esistenza solo