In occasione della pubblicazione di “Il  calore della neve”, oggi in data 11 maggio 2019 è stata presentata la collezione di  Maria Adriana Prolo, fondatrice nel 1941 del Museo Nazionale del Cinema a Torino. L’evento ” Quasi Amici: libri antichi al Museo Nazionale del Cinema” è avvenuto nella Galleria della Biblioteca Nazionale Universitaria in Piazza Carlo Alberto, 3.

La signora Prolo ha riunito ormai più di settanta anni fa nella sua raccolta alcuni rari volumi pubblicati tra il XVI e il XVII secolo. Si parla di oltre 90 titoli per un totale di 123 volumi antichi e il tutto è stato diviso in quattro grandi soggetti: fotografia, studi scientifici, archeologia del cinema e studi pseudo-scientifici. Per precisare meglio i soggetti sono tutto ciò che anticipato l’idea del cinema. Il libro più antico che ci è stato presentato è un manuale sulla prospettiva scritto nel 1568 da monsignor Daniel Barbaro che fu molto utile a pittori, scultori e architetti. Il cinema non casualmente ha delle radici fortissime nel periodo barocco del ‘600.

Un’altra opera molto interessante della collezione è un catalogo di vendita dato che ci presenta molte tavole che ricreano macchine  e strumenti usati in ambito ottico nelle officine veneziane. In seguito   ha attratto  la nostra curiosità la sezione presente nella raccolta chiamata  Fisiognomica: questa si presenta come l’arte tramite cui possiamo conoscere gli uomini dai tratti del volto e tra le pagine del “Il Lavater portatile” sono rappresentati dei volti in differenti stati emotivi affiancati da una minuziosa descrizione e lettura introspettiva.

Infine ci viene detto che la catalogazione è riportata in formato digitale visitando il sito ‘ www.librinlinea.it ‘. Questo è dovuto al fatto che i libri antichi sono in costante restauro e manutenzione infatti  per il Museo Nazionale del Cinema la cultura conservativa è molto importante.

In conclusione possiamo dire che è stato molto didattico il percorso che ha condotto alla prima proiezione cinematografica avvenuta per mano dei fratelli Lumière il 28 dicembre 1895.

Leonardo Perdomo, Vanessa Conterno

Liceo Scientifico A.volta