“E’ una parola ambivalente: il cibo diventa, da una parte, molto più di quello che è, dall’altra, la globalizzazione ha fatto diventare il cibo onnipresente”

Marco Aime 

Marco Aime con Daniele Scano e Alberto Abate, scuola Majorana