Moon Graffiti e Meet Cute: podcast creati da The Truth rivoluzionano il mondo del radio dramma (Domenica 10.15 Apollo 4).

Vi siete mai immaginati cosa avrebbero provato Buzz Aldrin e Neil Armstrong se durante il loro allunaggio si fossero schiantati? I creatori del podcast Moon Graffiti hanno provato a immedesimarsi nei cosmonauti, contrapponendo il bisogno del primo di salutare la propria famiglia alla neccessità del secondo di concludere al meglio la propria missione, anche a costo di sacrificare la propria vita. Questo immaginario non è poi così surreale; infatti nel 1969 non era tutto così scontato, motivo per cui la possibilità di una catastrofe era ben contemplata. A questo proposito William Safire arrivò a comporre un discorso nel caso in cui gli astronauti non fossero riusciti a ritornare sulla Terra, un passaggio del quale viene utilizzato nel podcast: “Il caso ha voluto che gli uomini che sono andati sulla Luna per esplorarla in pace, ci resterrano per riposare in pace.”

Meet Cute, il secondo podcast, ci dimostra quanto la nostra vita possa cambiare veramente con poco.

Quante volte ci siamo fatti “film mentali” su completi sconosciuti?!

Ryan, commeso del bowling, si innamora follemente di Kate, tanto che, dopo averla appena conosciuta, si offre di accompagnarla in moto a casa e i due decidono di rivedersi in futuro. La ragazza, il giorno seguente, si ripresenta al bowling sperando di vedere Ryan, ma le viene data notizia della morte di Ryan e dell’esistenza di un’altra sua possibile fidanzata. Kate, determinata a capire questa storia fino in fondo, si reca al funerale del ragazzo e qui scopre di essere già conosciuta da tutti i parenti del ragazzo. Dopo un primo mancamento, viene portata nella stanza di Ryan, dove trova una scatola con il proprio nome; sopraffatta dalla curiosità, decide di aprirla e scopre l’inimmaginabile: l’aveva filmata ogni volta al bowling, ne aveva sempre parlato considerandola la sua fidanzata e aveva intenzione di sposarla. Improvvisamente entra nella stanza la madre del ragazzo, che propone a Kate di parlare ai famigliari; è proprio da questo che capiamo quanto in realtà la protagonista si sia davvero affezionata, arrivando a considerare la famiglia di Ryan come la propria.

Nella vita non si sa mai cosa potrà accadere, e questa storia ne è la dimostrazione!

Sara Bonora e Agnese Davi