“L’uomo perfetto che ha la risposta a tutto”: così, modestamente e ironicamente, si autodefinisce Salvatore Aranzulla, il creatore del noto sito aranzulla.it, dove sono contenute le soluzioni per qualunque problema informatico (accensione del PC esclusa!). Ma quale è stato il segreto che ha reso questo sito uno dei 30 più visitati in Italia ogni giorno? Nel libro “Il metodo Aranzulla” viene svelata ogni cosa e vengono anche esposti dei consigli generali su come gestire un sito di qualità.

Durante l’incontro – tenutosi in Sala Professioni alle 17:15 – Salvatore ha raccontato la sua storia, iniziata con l’acquisto del suo primo computer a 12 anni: dal momento che non sapeva come usarlo, cercava di risolvere i problemi che lui stesso si creava e così, in meno di un anno, divenne una sorta di “genietto” informatico, al punto da risolvere anche tutti i problemi tecnologici dei suoi amici in cambio di biscotti e pasticcini. Resosi poi conto che le domande finivano per essere sempre le stesse, creò un sito amatoriale che, col passare del tempo, grazie all’inserimento di banner pubblicitari e ad abili strategie imprenditoriali, finì per scalare le classifiche di Google, così da essere sempre il primo sito proposto per le ricerche informatiche. “Impossibile finire altrove”, per di più le informazioni sono costantemente verificate e periodicamente aggiornate.

Oltre alla storia del sito, Salvatore ci ha raccontato alcuni aneddoti insoliti rispetto alla sua impeccabile apparenza di self-made man. Ad esempio – sembrerà impossibile – ma anche un genio come lui, frequentando Economia alla Bocconi, ha preso un 18 ad un esame, e per di più di informatica! O ancora ci ha svelato la sua passione per la pasticceria: insomma si può dire che abbia trovato la ricetta perfetta non solo per il successo ma anche per la pastafrolla.

 

Giovanni Laio e Gaia Olocco