Il vocabolario allargato

Per il 2012 il metodo di lavoro è lo stesso e Andrea Bajani ha lavorato con un gruppo di ragazzi provenienti da cinque diverse scuole torinesi: il Gioberti, il Giulio, il Majorana, il Rosa Luxemburg e il D’Azeglio. Al gruppo di lavoro hanno partecipato “a distanza”, utilizzando Skype, tre studentesse rumene, dal momento che la Romania era, insieme alla Spagna, uno dei paesi ospiti del Salone 2012.

La sfida del 2012 è stata  inventare delle parole nuove, da proporre poi ai Signori dei vocabolari, che ogni anno aggiungondo parole diventate d’uso nella lingua e abbandonano quelle diventate desuete. In base alla parole inventate, i ragazzi stanno lavorando con Andrea per individuare degli scrittori o dei personaggi per raccontare e disutenerne al Salone. Saranno i ragazzi stessi del gruppo a intervistare, guidati da Bajani, i personaggi che accetteranno di partecipare all’avventura.

La fotografia della nuova Italia che i ragazzi hanno scattato, attraverso le parole trovate, ritrae un paese costretto dentro una contraddizione tra compulsione verso il nuovo e nostalgie di un inventato mondo arcaico, tra approccio ludico e serissima ricerca di una nuova identità, tra amnesia e isterìa.

parole_inedite_2012Le parole erano:
Ultramobilismo
Giovendù
Biostalgia
Proiessenza
Ludovita
Perdistanza
Neomane
Rinuncianesimo

Istorìa
Querelista

A dialogare con Bajani e il gruppo dei ragazzi autori, attori, linguisti, cantautori, saggisti. Per il secondo anno consecutivo i ragazzi del piccolo «comitato scientifico» sono stati sul palco per intervistare gli ospiti. Non si tratterà di presentazioni di libri in senso stretto, ma in qualche modo di incontri di archeologia del presente: si scaverà dentro le parole come alla ricerca di una vecchia, o nuova, civiltà che si è affacciata.

Prosegue dunque quell’approccio antropologico alla lettura e alle parole che dalla scorsa edizione contrassegna questa sezione del Salone Internazionale del Libro. L’antropologia di un paese in cerca di parole con cui provare a ridefinirsi ancora una volta, a darsi un nome, e rispondere alzando la mano all’appello del tempo. Gli ospiti coinvolti sono Luca MercalliMarco BalianiAntonio PascaleNorman ManeaIlvo DiamantiSimone CristicchiPiersandro PallaviciniMichela MarzanoNicola GardiniDomenico Starnone e Tullio De Mauro.

Ciascuno di loro ha aiutato a esplorare una parola, e dunque un pezzo di mondo nuovo. Bello o brutto che sia, è quello in cui viviamo. Tanto vale provare a dargli un nome.

ARTICOLI E INTERVISTE DEI RAGAZZI SUI DIECI NEOLOGISMI 2012