La beatificazione è l’atto mediante il quale la Chiesa riconosce la santità di un servo di Dio e la sua conseguente ascensione al Paradiso.
Papa Giovanni Paolo II, pontefice venerato dalla Chiesa cattolica, fu  beatificato il 1º maggio 2011 da Papa Benedetto XVI, portando Roma in festa per tre giorni. Così, agli occhi degli ingenui, ogni sua singola azione fu resa eterna nella memoria dei credenti.
Il 2 aprile 1987 invece non trova posto nei ricordi del mondo cattolico più conservatore e così con questa data l’immagine del beato pontefice che si affaccia dal balcone presidenziale della Moneda in compagnia di Pinochet viene dimenticata.
Allo stesso modo la coscienza ecclesiastica preferisce non citare gli imbarazzanti auguri del segretario di Stato Angelo Sodano, il quale dal 1977, quattro anni dopo il golpe, arrivò a Santiago con la carica di nunzio apostolico e di Wojtyla “Al generale Augusto Pinochet Ugarte e alla sua distinta sposa signora Lucia Hiriarde Pinochet, in occasione delle loro nozze d’oro matrimoniali e come pegno di abbondanti grazie divine […] “.
Il Cile, dilaniato dalla dittatura del generale, attendeva con ansia e curiosità l’arrivo del Pontefice, che avrebbe dovuto rafforzare la fede del popolo e rinnegare la linea politica di Pinochet. Invece, le madri senza figli, gli oppositori, gli umiliati e quindi l’intero popolo cileno rimasero profondamente feriti e delusi nell’assistere al teatrino che gli si presentò davanti: una Chiesa politicizzata,”dittatura e religione che fanno l’orgia sul balcone” (Litfiba- Santiago).
Così il sommo pontefice, oggi beato, appoggiò anche se indirettamente, tramite vergognosi saluti e strette di mano , il generale Augusto Pinochet, responsabile della distruzione di un intero Paese, della morte di più di tremila persone e di oltre un migliaio di scomparsi; colui il quale ironicamente rivolse i suoi complimenti ai “cercatori di cadaveri” e che, una volta arrestato in Gran Bretagna nell’ottobre del ‘98, rischiò di essere processato per crimini contro l’umanità.

Cristina Pirazzini
Liceo Classico L. Ariosto, Ferrara