Non solo un inviato di un famoso programma televisivo, Max Laudadio è anche un viaggiatore, un padre, uno scrittore. Si è raccontato questo pomeriggio durante la presentazione del suo libro Si comincia da 1. Un libro nato dopo viaggio tanto istruttivo quanto impegnativo, che gli ha permesso di entrare a contatto con situazioni degradate come quelle di Haiti, della Giordania e del Benin. Laudadio è partito per raccontare in un docufilm l’importanza che le azioni dei missionari hanno in quei Paesi, e al ritorno a casa, ha sentito il bisogno di raccontare gli incontri avvenuti durante il viaggio. Incontri con persone vere che giorno dopo giorno affrontano un mondo ben più complicato del nostro; persone come i malati in un ospedale della Giordania, una suora missionaria di Haiti, un frate-medico del Benin e molte altre.

L’esperienza ha mosso Laudadio a riflettere su cosa può fare lui stesso per aiutare il prossimo e su che cosa possiamo fare tutti noi per abbattere le barriere socio-culturali e creare unione tra le i popoli. Ha concluso la presentazione con una piccola confessione al pubblico, ovvero le tre parole chiave in base alle quali ora affronta la sua vita: “Responsabilità, Misericordia, Allegria”, a suo dire “la chiave per la felicità”.

Chiara Leorato e Futura Paladino