Senza categoria

“La guerra dei Murazzi”di Enrico Remmert

Oggi, domenica 8 ottobre 2017, presso i giardini Sambuy in piazza Carlo Felice si è tenuto l’incontro di presentazione del nuovo libro di Enrico Remmert: “La guerra dei Murazzi”. L‘evento è stato accompagnato dalla lettura di alcuni dei passi più importanti del libro, da parte di Manuela Gritti. Lo scrittore ha deciso di condivivere con noi non solo la sua opera, ma anche alcune sue esperienze personali che lo hanno segnato

Festival senza frontiere

319.486 i donatori attivi, 402 le partenze degli operatori umanitari, 250 i volontari: Medici Senza Frontiere è una delle più grandi organizzazioni non-profit del mondo. Molti sono gli obbiettivi che si pone: presta opera di soccorso alle vittime delle catastrofi naturali e umane, alle vittime di guerra, di discriminazione, offre cure mediche a chi è in fuga da guerra e povertà, interviene con programmi di vaccinazione di massa nei casi

Banche Impopolari

E’ in uno scenario di scandali bancari che i giornalisti della Repubblica Andrea Greco e Alessandro Vanni decidono di raccogliere teorie ed opinioni in un libro intitolato Banche impopolari, dal carattere tecnico-economico ma allo stesso tempo di grande efficacia comunicativa. Il focus degli autori si posa sugli effetti tanto positivi quanto negativi dei provvedimenti renziani del 2015 che hanno messo in pratica una discutibile operazione di salvataggio delle banche popolari

Non tutti i bastardi insegnano Greco

Mai come oggi il mondo dell’istruzione è messo sotto attacco, ostacolato e sottovalutato. Si propongono di dare una soluzione a tale situazione critica Christian Raimo e Girolamo De Michele, professori e scrittori, incontratisi questa mattina nel Chiostro di San Paolo. Il punto di partenza dell’analisi del declino del sistema scolastico è una serie di considerazioni sulla diseguaglianza. Questo fenomeno, spesso ritenuto superato, è in realtà tutt’ora presente nella quotidianità della scuola

I guerriglieri si danno alla pace

La storia del sud America ricade spesso in paradigmi simili: lotta armata, narcotraffico e criminalità organizzata. Questi sono solo alcuni degli aspetti  che i sudamericani hanno dovuto, devono e dovranno affrontare nella loro vita quotidiana. Ci sono però casi, come quello colombiano, in cui questi paradigmi si sono amalgamati in un’unica figura: quella delle FARC. Le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia, sin dalla loro fondazione nel 1964, sono infatti mutate

Breve resoconto non complottista sulla crisi finanziaria

“Ho la sensazione che tra qualche anno la gente dirà quello che dice sempre quando l’economia crolla. Daranno la colpa agli immigrati e alla povera gente.” Con questa frase si chiude il film del 2015 La Grande Scommessa, incentrato sui fattori scatenanti della crisi finanziaria che imperversa tuttora. Il messaggio della citazione è chiaro ed è una cinicamente brutale e diretta sintesi di ciò che è accaduto negli Stati Uniti

Cento menti per cento città: Nausicaa e la non-patria

Agli occhi dei più la mappa di una città non è altro che un dedalo di vie ed edifici. Eppure la chiave per interpretare questo labirinto non è questo strumento, buono piuttosto per i turisti, ma una più attenta analisi della percezione che ne hanno gli abitanti. Partendo dalla lettura di testi come L’immagine della città dell’urbanista Kevin Lynch e Geografia del docente universitario Franco Farinelli, vari gruppi di studenti

Dolomiti e Sahara: Brunello e la musica del silenzio

Serve Mario Brunello, noto violoncellista e grande interprete, a ricordarci con il suo ultimo saggio, sul Silenzio, che l’assenza del suono non è aliena alla musica, ma che ne è paradossalmente la spina dorsale. Sostiene Brunello che il mancato insegnamento del silenzio, elemento generalmente tralasciato in ogni contesto di educazione musicale, lascia nel musicista una falla gravissima nella preparazione non solo tecnica, ma anche umana. E’ per questo che nella sua

Istantanee della crisi venezuelana

Si sa che un’immagine racconta più di mille parole. A realtà complicate corrispondono però immagini difficili da comprendere: si passa da temi visionari, come l’uccellino profetico che incarna lo spirito del defunto Chavez, a soggetti drammaticamente realistici, come le infinite code davanti alle pompe di benzina; in un paese , il Venezuela, che ha le maggiori risorse petrolifere del mondo. Di questo e mille altri paradossi economici e politici parlano Marie-Eve Detoeuf, giornalista di

“Sinistra o destra? Si superano continuamente”

“Il problema dei partiti di sinistra è che somigliano troppo ai loro avversari e ciò lascia molto spazio alle forze radicali” così Paul Magnette ha introdotto la conferenza di oggi al Teatro Nuovo di Ferrara. La sinistra ha fatto molti progetti negli ultimi anni, vi è tuttavia una scontentezza verso i rappresentanti liberali in Francia. L’Europa ha attraversato crisi irrisolte: i 30 anni dopo la guerra fredda, che però costituirono