Circoscrizione 07

Claudio Magris apre la stagione del Salone Off 365

Finalmente ci rincontriamo. Sono passati due anni, ma io non ho dimenticato. Maturità 2013. Prima prova. Vi dice niente? Quanto piacere e qual bel senso di rivincita ho provato nel sapere che avrei di nuovo scritto di Claudio Magris, un autore che, ammetto, ai tempi mi spiazzò completamente. Quel mattino lessi la prima traccia, fissai il figlio un paio di minuti, mi resi conto di aver messo la gonna sopra

Riparte con Claudio Magris il Salone Off365

Le scuole sono ricominciate proprio oggi e con l’apertura delle scuole tornano naturalmente anche  i nostri giovani BookBloggers con le loro cronache. Il prossimo appuntamento è già domani con il nuovo programma del Salone Off 365 che parte alla grande con Claudio Magris. Sotto trovate tutti i dettagli dell’appuntamento di martedì e dei prossimi incontri con gli autori. Il racconto degli incontri  lo trovate sempre qui: seguitici perchè l’autunno, come

Donne che cucinano la vita

Domenica 17 maggio presso la zona teatro di San Pietro in Vincoli si è svolto uno spettacolo teatrale tratto dai racconti del Concorso Lingua Madre realizzato grazie alla collaborazione della Consulta Regionale Femminile. Lo spettacolo inerente il tema dell’emigrazione vuole evidenziare gli aspetti più emotivi e divertenti delle donne straniere. Sono stati messi in scena i desideri ,l’ascolto e il cibo tipico delle culture straniere evidenziando l’amore e la speranza

“L’amore e altre sciocchezze per cui vale la pena morire”

Giovedì 14 Maggio una sala della rinomata Scuola Holden ha ospitato l’incontro “L’amore e altre sciocchezze per cui vale la pena morire”, presentato da Luigi Carrozzo e Fernando Coratelli. Cosa potrebbero mai avere in comune un famoso pianista e uno scrittore degli anni ’80?Innanzitutto entrambi producono arte battendo sui tasti. Nel nostro caso, però, le vite degli artisti in questione, Tom Waits e Reymond Carver, sono accomunate da molti altri

Irvine Welsh torna in libreria con Godetevi la corsa e la sua epica del sottoproletariato scozzese

Mercoledì, 29 aprile il pubblico della Scuola Holden incontra lo scrittore scozzese Irvine Welsh per l’ultimo incontro del Salone Off 365 di quest’anno. L’incontro è presentato dal gruppo di lettura giovanile che collabora col Salone e con lo scrittore Giuseppe Culicchia. Welsh è in Italia per presentare il suo nuovo romanzo, Godetevi la corsa, che si riallaccia al filone dell’epica del sottoproletariato scozzese, nato con Trainspotting nel 1993. Durante l’incontro, rispondendo

REBIBBIA, KOBANE, TORINO. Zerocalcare al Cecchi Point per il Salone Off 365

La Redazione del BookBlog pubblica questo particolare articolo a fumetti ringraziando tutti i ragazzi che hanno preparato e condotto l’incontro, in particolare Giorgia Giudice per le foto e Agnese Giaccone che ha scritto l’articolo (Entrambe hanno fatto le 3.00 di notte per farci aver l’articolo il più in fretta possibile). Grazie al collega Carlo Manca per le vignette a commento dell’articolo. Che altro aggiungere, se non grazie? Ah dimenticavo…..daje  

Aspettando Zerocalcare

Il gruppo dei ragazzi che in questi ultimi quattro anni ha lavorato con lo scrittore Andrea Bajani è stato coinvolto nella preparazione e nella conduzione dell’incontro con Zerocalcare, che si terrà domani alle ore 18.00 al Cecchi Point di in via Antonio Cecchi 17 a Torino, per il programma del Salone Off 365. Di seguito trovate il diario di bordo di uno degli incontri preparatori. È il pomeriggio del 18 febbraio

Io ci sono: come abbiamo imparato a parlare di violenza sulle donne

Cosa succede se il Salone OFF chiede alla Scuola Holden e a due classi di un liceo, di organizzare la presentazione del libro Io ci sono, la mia storia di non amore alla presenza dell’autrice? Viene fuori un’esperienza, un’occasione di crescita per tutti quelli coinvolti e nessuno potrà dirvi che è stata una  semplice presentazione . Il pretesto è l’incontro con Lucia Annibali, autrice del libro (Edito da Rizzoli nell’Aprile 2014 per la

La nostra Arcadia

  Colte da un timore reverenziale, provocato dalla fama che precede la Scuola Holden, ma rassicurate da quell’aria frizzantina e al contempo distesa che porta con sé la creatività e l’ originalità tipica di chi ama scrivere, che ben si adatta alle nostre aspettative, entriamo nella sala della conferenza dove ritroviamo il connubio di antico e moderno, cupo e brillante insieme. La sede è, infatti, l’ex Caserma Cavalli, un edificio

Raja Alem: Il collare della colomba

Nel centro di cultura araba (circoscrizione 7), oggi, 9 maggio 2014, si è tenuto l’incontro con Raja Alem, scrittrice araba nata a La Mecca. La signora Alem ha riscosso molto successo con il suo ultimo libro “Il collare della colomba”, con il quale ha vinto anche l’Arabic Booker, importante premio conseguito per la prima volta da una donna. In un’atmosfera molto familiare, che poteva ricordare un salotto delle case di