Circoscrizione 07

Enrica Tesio, un uragano di allegria

Molteplici sono state le tematiche affrontate oggi , venerdì 19 Maggio 2017, in compagnia della trascinante e solare Enrica Tesio. Un blog, un romanzo indimenticabile, il lavoro da copywriter ma soprattutto la sua vita da mamma! Amichevole e spontanea come solo lei sa essere, ti trascina nel suo mondo e cattura le attenzioni di tutti semplicemente con un sorriso. In seguito  alla separazione dal marito ha creato il suo blog

Amitav Ghosh: la consapevolezza rispetto al mondo che ci circonda

È giovedì pomeriggio e c’incamminiamo verso una struttura fatiscente che a noi, ancora intrappolate nelle mura del nostro liceo, incute un po’ di timore, ma il Campus Einaudi ci accoglie con gentilezza e ci troviamo senza troppe difficoltà nell’aula magna dell’Università.   Il protagonista del nostro primo incontro del Salone Off è Amitav Ghosh, uno dei più conosciuti scrittori indiani, nonché insegnante e ricercatore universitario. Se oggi abbiamo l’onore d’incontrarlo

“Odiare la poesia” con Ben Lerner

I, too, dislike it. Reading it, however, with a perfect Contempt for it, one discovers in It, after all, a place for the genuine.   Neanche a me piace. A leggerla, però, con totale disprezzo, vi si scopre, dopo tutto, uno spazio per l’autentico.   (Marianne Moore, «La Poesia», in Le Poesie, Adelphi, Milano 1991,traduzione di Lina Angioletti e Gilberto Forti)   Con la lettura di questa poesia, «La Poesia»,

Charles D’Ambrosio: la sensibilità di un “outsider”

Seattle è il luogo in cui è nato e cresciuto, è proprio grazie a Seattle che iniziamo a conoscerlo: Charles D’Ambrosio, maestro della short story ed esperto saggista, il 29 marzo ha iniziato l’incontro alla scuola Holden descrivendo la sua città d’origine. Potremmo aspettarci che ne venga fuori un quadro di serenità e avanguardia, abituati come siamo ad associare questa città americana ai frappuccini di Starbucks e agli smaglianti neurochirurgi

Philip Schultz: un premio Pulitzer che non sapeva né leggere né scrivere

“Una parte di me ha sempre avuto terrore di come la mia mente pensa e si comporta, come se non ne avesse il pieno controllo o come se appartenesse a qualcuno che non sempre è solidale con me. (…). Per questo motivo forse ricordo dove ho visto per la prima volta 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, la fila e il posto in ero seduto, quanti anni avevo. (…)

Vanchiglia Poetry Slam: l’arte della competizione

Accantonate per un istante la sublime tradizione poetica italiana, quella che ha emesso i suoi primi vagiti con i sonetti di Giacomo da Lentini, impreziosita e ampliata dallo stilnovismo dantesco, interiorizzata dal Romanticismo e dal Decadentismo, svincolata da qualsiasi costrizione metrica durante il Simbolismo, proiettata in una nuova dimensione dal Futurismo, ecc.   Provate a pensare ad una poesia che nasce dalla strada, nella società contemporanea, dalle idee di persone

“ANATOMIA DEL MASCHIO INVISIBILE”, TRA TRANS E MANIPOLAZIONE

14-V-2016. Oggi siamo alla scuola Holden, a Borgo Dora con Claudilèia Lemes Dias, brasiliana e scrittrice. Il suo libro, “Lingua Madre“, parla di manipolazione e prostituzione trans. Un papà di famiglia frequenta prostituti , ma la moglie lo viene a sapere: lui farà di tutto per nascondere questa sua mania e questo suo esasperato narcisismo: le conseguenze saranno tragiche. Da tener presente che Claudilèia è laureata in psicologia della coppia

Il mondo a suon di FUNK

Oggi c’è silenzio nel cortile della scuola popolare di musica a Porta Palazzo. La calma prima della tempesta. Comincia a sentirsi il suono di un tamburo, poi due, accompagnati da una miriade di trombe e stumenti a fiato. La musica si fa più forte: ma da dove arriva?  da dietro al palco? No. Viene dalle nostre spalle, e ci travolge con una forza e allegria tipici di un solo genere

Non dimenticare per non rivivere

Oggi al cinema Fratelli Marx, in Corso Belgio, si è svolta una conferenza. L’argomento trattato è stato il genocidio armeno, iniziato nel 1915. Il popolo armeno porta da anni ormai una ferita aperta che non riesce a rimarginare, causata dall’estremo negazionismo del mondo nei confronti dell’esistenza di questo catastrofico crimine. Il genocidio non ha provocato solamente un’enorme perdita di persone, ma anche dolore e traumi psicologici, influenzando moltissimo la cultura

Pillole di Buona Scrittura con Paolo di Paolo

Oggi, venerdì 13 maggio, alla Scuola Holden lo scrittore Paolo di Paolo ha tenuto una breve lezione di scrittura. La conferenza è iniziata  con una panoramica sui suoi  libri che lo hanno portano al successo come “Dove eravate tutti”, “Mandami tanta vita” e “Racconto la notte di quando sono nato”. Si è soffermato soprattutto sulla descrizione del suo ultimo romanzo “Una storia quasi solo d’amore” che racconta di una storia