11 maggio 2018

Dio è donna

Quando ha voluto scoprire l’ umanità Dio si è fatto uomo per scendere tra gli uomini, forse per questo nell’immaginario comune difficilmente l’immagine di Dio è associata al sesso femminile. Bastano però pochi minuti di riflessione per capire che, in qualche modo, questo stereotipo legato alla reincarnazione di Dio in uomo risulta essere una specie di controsenso. In fondo Dio è vita, creatore di vita, perché quindi non dovrebbe reincarnarsi

Nuova linfa al cartaceo

Come cambierà il ruolo del libraio in un mondo che verte sempre di più verso il digitale a scapito del cartaceo? Questa è una domanda chiave che emerge dall’incontro che è stato tenuto nella Sala Editoria (uno dei tanti spazi offerti dal Salone del Libro per incontri e conferenze di vario genere, con tema i libri) da Paolo Ambrosini, presidente dell’A.L.I (Associazione Librai Italiani), Grazia Gotti, proprietaria di una libreria

De André, un amore tra parole, sillabe, righe

Un NOI che si percepisce, un’emozione che si palesa nell’atto di unire un’intera sala gremita di persone. Parole, dolori, gioie, speranze, idee, impregnati di Fabrizio De Andre’ in infiniti modi, a volte simili fra loro, alle volte diametralmente opposti. Fabrizio osservato e raccontato da ogni angolazione in Io, lui, noi di Dori Ghezzi, Francesca Serafini e Giordano Meacci. L’atmosfera viene improvvisamente rotta. La voce emozionata di una giovane Valentina Bellé

La verità su Giulio Regeni è vicina

“La nostra ricerca di verità serve tanto a mantenere viva la luce sulla storia di Giulio quanto a rendere onore all’immagine dei valori occidentali che ha incarnato”.  In questa frase Claudio Regeni ha riassunto il significato della conferenza  tenutasi presso la sala azzurra del Salone. Il legame tra la storia di Giulio e la lettura potrebbe sembrare superficiale, ma ha in realtà radici molto profonde.  La comunicazione e in particolare

Un omaggio ad Andrea Pazienza

Oscar Glioti alle 17.30 ha presentato la nuova edizione del suo libro Fumetti di evasione. Vita artistica di Andrea Pazienza pubblicato nel 2010 e ristampato nel maggio 2018: viene raccontata  attraverso i suoi fumetti di maggior successo  la vita di Andrea Pazienza, un fumettista degli anni ’70 e ’80. La prima parte della presentazione è stata dedicata a una breve introduzione dell´artista,dall’infanzia alla prematura morte all’età di 32 anni; Pazienza 

Lavoro-tecnologia: un binomio che preoccupa

Il rapporto tra il lavoro e la tecnologia é stato l’argomento principale della conferenza tenuta da Tito Boeri, presidente dell’INPS, da Luca De Biase, giornalista de Il Sole 24 Ore e dall’editore Giuseppe Laterza nella sala rossa, durante la quale i relatori hanno anticipato che questo sarà anche il tema della 13° edizione del festival dell’Economia di Trento che si terrá dal 31 maggio al 3 giugno. ”É una materia sulla quale

Ghemon: un libro aperto

Ci sono molte ragioni per cui una persona decide di scrivere un libro; per Gianluca Picariello, in arte Ghemon, è stato un modo per raccontarsi e fare ordine dentro di sé. Questo pomeriggio, insieme a Roberto Chetti e Fabio Geda, si è tenuta la presentazione del suo primo libro Io sono. diario anticonformista di tutte le volte che ho cambiato pelle, dove rivela i lati nascosti della “vita speciale di un ragazzo normale”. Questo bisogno

Un viaggio alla ricerca della Donna

E’ un percorso di liberazione quello compiuto dalla protagonista del graphic novel La saggezza delle pietre di Thomas Gilbert, fumettista francese che presenta il suo lavoro dialogando con Giulia Cuter, attivista femminista. Nella sua opera l’autore narra di una donna che inoltratasi in un bosco con il compagno, si perde in seguito ad una tempesta. Grazie a quest’avventura ritroverá se stessa, capendo che l’essere donna non é necessariamente legato alla

We could be heroes.. just for one day

All’interno del salone risuonano le parole di Friends dei Red Hot Chili Peppers: è la voce del cantautore Bruno Orioli che apre l’incontro dedicato alla presentazione del nuovo romanzo di Silvio Muccino Quando eravamo eroi. L’autore ha voluto parlare di come il suo libro, il primo scritto da solo, sia nato dall’esigenza di raccontarsi, attraverso la voce di cinque persone che a lui piace soprannominare gli “alieni”; la scelta delle cinque